CONDIVIDI

Chi almeno una volta nella vita non ha sofferto di una forte emicrania? Tutti possiamo immaginare quanto dev’essere asfissiante e brutto combattere ogni giorno con una emicrania cronica.

Ultimamente però è stato sviluppato un nuovo metodo per combatterla, stiamo parlando di dispositivi tecnologici in grado di stimolare nervo vago inviando impulsi elettrici. Grazie all’invio di questi impulsi elettrici che arriveranno al cervello, ci sarà da parte di questo una diminuzione di una sostanza chiamata glutammato, associata ai sintomi dell’emicrania.

Questa notizia, in circolazione da poco, è stata annunciata al “Pain, Emotion and Headache” (Dolore, emozione e cefalea) a Stresa.

Questa procedura non ha bisogno di interventi chirurgici e può essere gestita in modo autonomo dal paziente. 

La terapia è somministrata grazie all’utilizzo di gel e di un dispositivo grande quanto un cellulare che provvederà a lanciare impulsi in prossimità del nervo vago, sul lato destro del collo. Ciascuna dose dura 90 secondi e il paziente può scegliere di aumentare l’intensità fino a quando non percepisce delle lievi contrazioni muscolari sotto la pelle.

Attenzione, anche se molto rari, ci sono degli effetti collaterali, quali: raucedine, affanno o alterazione della voce.

Naturalmente, bisogna prendere familiarità con l’apparecchio e con la procedura. Tocca al medico che vi ha in cura spiegarvi tutto nel modo migliore possibile, in modo tale da scansare qualsiasi tipo di errore.

Questa procedura è una soluzione alternativa davvero molto valida per chi soffre di emicrania, cefalea a grappolo e altri tipi di cefalea. Se vi trovate in una situazione di questo genere, non perdete tempo e informatevi dal vostro medico se è possibile seguire questa terapia, in quanto vi darà la possibilità di diminuire se non togliere del tutto i farmaci che prendete per contrastare i dolori provocati dall’emicrania, e credetemi, non è cosa da poco!

Curare l'emicrania con gli elettrostimolatori!

Caterina Perilli

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.