CONDIVIDI

Il cristallo di Rocca è la più diffusa varietà di quarzo, di colore trasparente e di consistenza durissima. I più grandi giacimenti di questo quarzo si trovano in Madagascar, Brasile, e sulle Alpi. Ne esistono pure delle varietà contenenti inclusioni tipiche:

 
* quarzo rutilato, contiene aghi di rutilo dorato, motivo per il quale viene definito “quarzo capelli di Venere”. Diffuso in Brasile, viene utilizzato per creare gemme per gioielli.
* quarzo tormalinato, contiene segmenti di tormalina nera e in rari casi rosa o rossa. Anche esso proveniente dal Brasile e Madagascar.
* quarzo dendritico,  caratterizzato da depositi di manganese che hanno sembianze che ricordano paesaggi suggestivi. Diffuso in Madagascar e se ne fanno ciondoli per orificeria. Il cristallo di Rocca non va confuso con le tante varietà sintetiche e colorate, da cui ricavano gemme false, ne con quei cristalli che sono vetri e con cui si producono bicchieri e oggetti. Nel Medioevo questo quarzo fu largamente impiegato a livello esoterico. Viene associato a Saturno e alla Luna, quindi al segno zodiacale dell’Acquario.

Mettere una piccola sfera di questo cristallo sotto il cuscino, concilia il sonno, stimola la concentrazione e lo sviluppo di poteri medianici. In tempi antichi si consigliava il quarzo per raffreddare il corpo per allontanare febbri e infiammazioni. Costituisce un efficace ansiolitico ed è associato al plesso pineale. Leggi anche il diamante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.