Perché il bambino non mangia?

Quando il bambino non mangia non è semplice mantenere la calma. I genitori tendono inevitabilmente a preoccuparsi, si domandano quale possa essere il motivo, arrivando a ipotizzare qualcosa di grave.

Il primo passo da compiere è parlarne subito con il pediatra, in modo tale da placare l’ansia e trovare la soluzione al problema.

Se il bambino mostra scarso entusiasmo per il cibo, ma è allegro, vivace, cresce in maniera normale e in generale gode di ottima salute, non c’è motivo di preoccuparsi.

In genere la diminuzione dell’appetito è di breve durata e può essere la conseguenza di una malattia, di un eccesso alimentare o di una cattiva digestione. Durante queste piccole indisposizioni il bimbo può presentare, oltre alla mancanza di appetito, anche diarrea e vomito.

L’errore più comune è quello di forzare il bambino a mangiare di più, finendo così per peggiorare la situazione. Il comportamento corretto consiste invece nel sospendere l’alimentazione abituale, ovvero il latte, sostituendolo con tè leggero, brodo di verdura, acqua di riso nelle uguali quantità del latte. Tale dieta può essere ripetuta fino a tre pasti, raramente viene mantenuta per 24 ore. Vedrete che il piccolo ritroverà l’appetito.

L’inappetenza può essere legata anche a determinate fasi e situazioni nella crescita del bambino. Sono momenti assolutamente normali e come tali devono essere rispettati, bisogna solo attendere che passino.

  • 8-10 giorni di vita: il bambino dorme molto e mangia poco. La mancanza di appetito non deve essere imputato alla presenza di malattie, ma alle nuove condizioni a cui si deve adattare l’organismo.
  • Scarso peso alla nascita: i bambini nati con un peso inferiore ai due chili e mezzo possono avere scarso appetito fino ai sei mesi.
  • 7-12 mesi: è il periodo dello svezzamento. Il piccolo si deve abituare ai nuovi sapori e alle nuove consistenze, è quindi normale che all’inizio non voglia mangiare.

Questi sono casi che non devono destare preoccupazione, ma l’inappetenza può essere anche il segnale di una malattia. Se alla mancanza di appetito si aggiungono altri sintomi come eccessiva magrezza, colorito pallido,vomito, diarrea, crescita rallentata, svogliatezza, mancanza di energia, febbre, si consiglia di recarsi subito dal medico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.