Il Coronavirus ha messo in ginocchio l’intero mondo e si sta cercando di trovare una soluzione alla pandemia. Attività chiuse ed aperti solo i generi di prima necessità. Tutti a casa in quarantena fino a dopo Pasqua ma sembra che i tempi della reclusione si allungheranno a causa dei dati non certo confortanti.

I positivi al virus sono ancora tantissimi e soprattutto nel Nord Italia.

Si era detto , qualche settimana fa, che il virus sarebbe scomparso con l’estate , perchè il caldo avrebbe fatto diminuire la diffusione della pandemia.

A tal proposito è intervenuta la virologa Capua con parole di certo non rassicuranti . Secondo il luminare, ci sono «zero possibilità» che il 

Covid19 scompaia con l’estate . La viroga è direttore dell’One Health Center of Excellence all’Università della Florida.

La dottoressa però non esclude che il pandemia possa drasticamente rallentare con l’estate :

Non possiamo escludere origine e durata perché conosciamo questo virus solo da quattro mesi, Sappiamo però che i virus sono abbastanza delicati, non sopravvivono a temperature estreme. Il caldo potrebbe seccare lo starnuto e diciamo che quello che cade in terra non potrebbe infettare. Sulla trasmissione area direi, per semplificare, che da qui alla cucina anche no», ha detto la Capua in collegamento dagli Usa su Radio Rai 2, a Caterpillar.

Coronavirus e animali

Secondol‘Iss, questo virus lo avrebbero anche gli animali. Spiega, infatti, che nei due cani e gatti esaminati ad Hong Kong l’infezione si è evoluta in forma asintomatica. Il gatto descritto in Belgio ha, invece, presentato sintomatologia respiratoria e gastroenterica a distanza di solo una settimana dal rientro della proprietaria dall’Italia.

Capuà però tiene le distanze ma non smentisce la possibilità che anche gli animali possano essere infetti :

«La nota dell’Iss è chiara: non ci sono prove che gli animali d’affezione abbiano un qualsivoglia ruolo nella diffusione del virus: la trasmissione avviene da persona a persona. C’è il rischio semmai che gli animali ‘prendanò il virus dai loro amici umani, non si capisce ancora se sviluppando la malattia o meno. Sembrerebbe di no o che i sintomi siano comunque lievi»

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.