Proposta medaglia per medici e infermieri

Nelle ultime due settimane, l’Italia è alle prese con il fenomeno Coronavirus.

Dinanzi a tale problematica, il nostro sistema sanitario si sta mobilitando il più possibile. A tal proposito, bisogna assolutamente riconoscere il fatto che i medici e gli infermieri siano eccezionali e meriterebbero una medaglia per il duro lavoro svolto.

A prescindere, il loro lavoro richiede molta dedizione, pazienza e altruismo nei confronti dei soggetti più deboli e che necessitano di una serie di cure. Se poi ci mettiamo il coronavirus di mezzo, ancor di più.

Ed è proprio di questo che si sta parlando nelle ultime ore. Infatti, Rosario Canino (ossia il direttore sanitario dell’ASST di Cremona), ha voluto affrontare la tematica in diverse interviste.

In primis, ha voluto esprimere un pensiero di solidarietà nei confronti della propria città.

Qui, gli ospedali stanno davvero facendo il possibile per poter offrire ai pazienti affetti da coronavirus un’assistenza eccellente. E bisogna ammettere che ci stanno riuscendo alla grande.

Basti pensare al fatto che si siano attrezzati per dar vita a nuovi posti nella zona di terapia intensiva, dedicata esclusivamente alle persone con gravi patologie.

Il lavoro svolto da medici e infermieri è davvero enorme, senza contare gli orari di lavoro che risultano essere spesso stressanti (ad esempio i turni di notte).

Ma nonostante le varie difficoltà, il personale sanitario sta fronteggiando il tutto con ottimismo e determinazione.

Medaglia a medici e infermieri

Rosario Canino, in un’intervista per Fanpage.it, ha voluto fare un quadro dettagliato della situazione, specificando le dinamiche con le quali ci si sta mobilitando.

Ecco alcune sue parole in merito:

Il personale sanitario italiano è eccezionale. Proprio per questo, meriterebbe una medaglia. Pensate che c’è chi ha lavorato anche 24 ore. Noi eravamo pronti a un inizio più graduale e nessuno aveva previsto una cosa del genere”.

E’ successo tutto all’improvviso. Ma a Cremona, non si sono fatti trovare impreparati, anzi. A tal proposito, afferma:

“Per la terapia intensiva abbiamo quasi raddoppiato i posti letto. A Cremona da 8 a 13 e nell’altro presidio da 4 a 8 e sono tutti occupati in questo momento.

Noi abbiamo allestito un tendone prima del pronto soccorso per evitare la calca e quindi che aumentasse la contagiosità.

Questo tendone è stato utilissimo nei primi giorni perché ci ha permesso di rimandare a casa gente che non aveva nulla e far transitare al pronto soccorso i pazienti che necessitavano di qualcosa”.

I medici e gli infermieri stanno facendo un lavoro enorme, commovente. Io la sera quando torno a casa stanco morto penso alla giornata trascorsa e quando vado in giro vedo delle facce sicuramente stanche e preoccupate ma col sorriso sulla bocca… meriterebbero una medaglia”.

Bando per medici e infermieri

Vista la grossa mole di lavoro, si sta pensando di assumere nuovo personale di medici e infermieri.

E al proposito, Canino afferma:

“Al bando per gli infermieri abbiamo 102 manifestazioni di interesse, mentre per quello dei medici ne abbiamo 10 e credo li prenderemo tutti. Alcuni dei medici in pensione si sono fatti avanti per tornare ad essere operativi. Per noi è carburante sentire la vicinanza di queste persone”.

A questo punto ci si chiede: ci sarà davvero un incremento di assunzioni nelsettoresanitario?

Non si sa con certezza. Riguardo ciò, Salvatore Manca (Presidente Nazionale Simeu) ha dichiarato che il personale degli infermieri potrebbe aumentare, assumendo neo-laureati oppure impiegando alcuni degli specializzandi che si trovano agli ultimi anni di studio.

Ecco alcune sue parole:

“Il numero degli infermieri potrebbe essere aumentato celermente poiché vi è una quota di infermieri neo-laureati ma disoccupati che potrebbe essere subito impiegata. In alternativa, si pensa anche di impiegare gli specializzandi agli ultimi anni, ma la questione va affrontata in modo stabile”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.