fisico mela cuore

Il Coronavirus non attacca solo i polmoni, questo è quanto sostenuto da una ricetca pubblicata suJama Cardiology.

Tutto parte  dal caso di una donna di 53 anni, in buona salute e senza patologie cardiovascolari pregresse, che è stata ricoverata all’Asst Spedali civili di Brescia, a causa di un “grave affaticamento”.

E’ vero che la paziente presentava tosse e febbre, ma aveva dolore al torace. Sono state prontamente eseguite le radiografie ai polmoni che , per, non hanno evidenziato particolari prolemi.

Escluso infarto e problemi polmonari

Anche l’elettrocardiogramma non mostrava segni che suggerissero un infarto, in più la donna non presentava i segni di una polmonite da coronavirus.

Fatta la risonanza magnetica si è scoperto l’arcano: è emerso che la paziente soffriva di miocardite acuta, un’infiammazione del muscolo cardiaco, solitamnente dettata da infezioni virali.

Fatto il tampone, è risultata positiva al Covid-19. Secondo questa ricerca, i danni cardiaci potrebbero essere derivati proprio dal coronavirus. “Questo caso- concludono i ricercatori- evidenzia il coinvolgiemento cardiaco come una complicanza associata a Covid-19, anche senza sintomi e segni di polmonite interstiziale”.

Coronavirus e problemi di cuore

 IL Covid può dunque colpire il cuore e non solo i pomoni. Pare , però, che i pazienti infetti che soffrono di miocardite non abbiano necessariamente una carica virale più alta rispetto a chi non sviluppa questa problematica. In Cina “il 20% dei pazienti ricoverati per Covid-19 ha sofferto di danni cardiaci senza però avere alcuna patologia cardiologica pregressa ed il rischio di morte era 4 volte maggiore rispetto a chi non aveva accusato complicanze cardiache.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.