coronavirus benzinai chiusi

Il coronavirus sta causando numerosi disagi che non toccano soltanto la sfera sanitaria ma anche quella economica.

A tal proposito, diverse categorie di lavori si stanno ribellando al sistema, come ad esempio i benzinai.

Questi ultimi si sentono letteralmente dimenticati dai decreti emanati nelle ultime settimane. Alcuni di loro dichiarano di non lavorare nemmeno a norma, quando invece necessiterebbero dell’occorrente per potersi salvaguardare dall’epidemia che sta colpendo il nostro Paese.

Di conseguenza, gran parte di essi non dispongono né di mascherine né di guanti. Senza contare il fatto che la mole di lavoro si è decisamente ridotta e per alcuni di loro non ha proprio senso continuare a presenziare.

Autostrada: chiuse pompe di benzina

Se poi dovessimo applicare il discorso al contesto autostrada, la situazione si fa peggiore. 

Come tutti noi sappiamo, gli spostamenti da un comune all’altro non sono consentiti. Di conseguenza, le autostrade italiane si sono del tutto svuotate (salvo casi eccezionali).

Così, i benzinai si stanno ribellando a tutto questo, sentendosi dimenticati dallo Stato italiano

In risposta a tale disagio, hanno deciso di chiudere in maniera graduale le varie stazioni di rifornimento. Pertanto, le attività saranno ridotte dell85%

Come riportato da Quotidiano Energia, il costo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è attualmente pari a 1,482 euro al litro, con i vari marchi che oscillano tra i 1,473 e i 1,506 euro/litro. 

Inoltre, il prezzo medio praticato del diesel (riguardo il self) corrisponde a 1,369 euro/litro con le compagnie tra 1,360 e 1,393 euro/litro.

Dati che cambiano nettamente rispetto ai giorni precedenti e che messi a confronto ci fanno rendere conto di quanto stia diventando critica l’economica italiana è il mondo degli affari.

Pertanto, Faib Confesercenti, Fegica Cisl, Figisc/Anisa Confcommercio hanno dichiarato che gli impianti di rifornimento carburanti chiuderanno man mano (ovviamente non tutti).

Si partirà da mercoledì notte con quelli situati in autostrada, per poi procedere con i classici presenti nei comuni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.