CONDIVIDI

Le contrazioni di Braxton Hick fanno parte dei dolori a livello addominale, che solitamente si verificano nell’ultimo periodo della gravidanza.

Si tratta di dolori che molti confondono con le doglie, ma in realtà non lo sono; infatti risultano del tutto normali e non c’è da preoccuparsi oltremodo.

Sono comunque delle contrazioni ma non risultano eccessivamente dolorose; per questo motivo non occorre andare in ospedale quando si verificano.

Questo tipo di contrazioni si possono accostare ai dolori che si sentono durante il ciclo mestruale, come tipologia di sensazione.

Durante la gravidanza invece si può irrigidire la pancia e provare dei dolori alla schiena; si tratta comunque di contrazioni normali.

Il corpo e l’utero con le contrazioni di Braxton Hicks fanno una specie di allenamento che serve per essere pronti al momento del parto.

Infatti grazie a questo fenomeno, nelle fasi finali del parto risulterà tutto più facile e naturale.

Molte donne in gravidanza non sono a conoscenza di questo tipo di contrazioni e spesso si trovano in difficoltà, perchè non riescono a capire che cosa hanno.

Al contrario invece, è bene tenersi informati, perchè durante la gravidanza, acquisire questo tipo di nozioni può aiutare molto.

In altre parole si possono evitare inutili momenti di tensione e panico; anche se negli ultimi tre mesi che precedono il parto possono verificarsi più spesso.

Per il resto possiamo affermare senza problemi che le contrazioni di Braxton Hicks non presentano alcun pericolo per la gestante.

In altre parole si tratta di contrazioni che cosi come iniziano, finiscono, durante le quali si ha una sensazione di pressione all’addome.

In alcuni casi si possono verificare durante il quinto mese di gravidanza, ma si tratta di una fase normale che si attraversa durante la gravidanza.

Come abbiamo detto ci si prepara al parto, con queste contrazioni che si possono prolungare in alcuni casi per due o tre giorni.

Non presentano una normale regolarità, ma possono verificarsi per due giorni, per poi interrompersi per diversi giorni, prima di ricominciare.

Come accorgersi di averle

Il nome di queste contrazioni è quello del medico che le ha scoperte e definite per la prima volta alla fine dell’800.

Braxton Hicks le ha identificate e ne ha definito l’origine prearatoria alle fasi finali del parto.

C’è da dire, che questo fenomeno non sempre si verifica; infatti alcune donne in gravidanza non lo sperimentano mai.

Sono simili ai dolori delle doglie; l‘ossitocina è l’ormone che le provoca e ha la funzione di preparare l’utero al parto.

Inoltre favoriscono la circolazione e aiutano anche a preparare al meglio alla fase della nascita.

In alcuni casi, se la vescica non è abbastanza vuota possono apparire queste contrazioni, oppure allo stesso modo se non si è ben idratati.

A livello fisiologico, le contrazioni di Braxton Hicks non modificano la forma dell’utero, come invece avviene durante le fasi di travaglio.

Non è un fenomeno che deve far allarmare in alcun modo; tuttavia si registrano alcuni casi di contrazioni legate a delle perdite di sangue.

In questi casi è bene andare in ospedale o dal proprio ginecologo per un controllo più accurato.

I muscoli dell’utero durante le contrazioni di Braxton Hicks sono quinndi riconoscibili dalle donne i gravidanza, che non dovrebbero confonderle facilmente con le doglie.

Come durata queste contrazioni di solito si hanno per quasi un minuto, quando l’addome si contrae.

È possibile che si avvertano queste contrazioni ogni quarto d’ora; quando iniziano possono interrompersi anche prima.

Braxton Hick sintomi e quanto durano

Non si sente dolore eccessivo, quanto piuttosto un malessere leggero dovuto alle contrattura che si registra nella zona uterina.

Ci sono alcuni segnali che possono facilitare il riconoscimento delle contrazioni di Braxton Hicks.

La prima fase delle contrazioni è caratterizzata da non troppi dolori, ma successivamente aumentano.

Soprattutto quando si è in prossimita del momento del parto, infatti negli utimi tre mesi le contrazioni di Braxton Hick si fanno sentire di più.

Le contrazioni durano al massimo un minuto per poi interrompersi; a volte possono durare pochi secondi.

Non vanno in progressione e possono provocare dei leggeri dolori, ma sono sempre della stessa intensità.

Infatti si possono provare dei disagi di vario genere che di solito spariscono in breve tempo.

Il dolore non è eccessivo e raramente possono provocare il travaglio; se avvertite queste contrazioni potete alleviarle in vari modi.

Con una respirazione lenta e regolare e con una camminata prolungata, oppure sdraiandovi.

Le contrazioni possono cambiare da donna a donna; ad esempio possono dipendere dala costituzione.

Ancora dalla soglia del dolore più o meno alta a seconda del tipo di paziente che sente i dolori.

Queste contrazioni si possono verificare anche quando il bambino si muove; quando la vescica non è troppo vuota.

Quanto ci sono delle condizioni di scarsa idratazione anche, in questo caso infatti le contrazioni possono verificarsi con maggiore frequenza.

Tuttavia le contrazioni di Braxton Hicks possono assomigliare ai dolori che si sentono durante le fasi del ciclo mestruale, cosi come abbiamo spiegato in precedenza.

I dolori alla schiena possono essere più o meno intensi, anche a seconda del peso della paziente.

Inoltre anche l‘irrigidimento della pancia si può verificare in periodi differenti e con più o meno frequenza.

Quando invece inizia la fase del travaglio le contrazioni sono diverse e si riconoscono subito rispetto a quelle di Braxton Hicks.

Infatti si sente molto più dolore e si verificano regolarmente ogni dieci minuti circa e ancora durano di più.

L’intensità è crescente e infatti le sensazioni di dolore vanno ad aumentare e non smettono ne camminando ne mettendosi in posizioni diverse.

Dolore pancia e schiena

Il dolore parte dalla pancia, per poi arrivare alla schiena e fino ai fianchi e alle gambe; mentre invece le contrazioni di Braxton Hicks sono circoscritte all’addome.

Quando cambiate posizione generalmente spariscono e potete bere una tisana calda per alleviarne i sintomi.

Riposatevi sdraiandovi su un lato, non mettetevi sdraiate in posizione supina; in questo modo dopo pochi minuti le contrazioni spariranno.

Potete anche farvi fare un massaggio rilassante, oppure bere tanta acqua; in alternativa fate un bagno caldo che allevierà i dolori.

Se pensate che possano essere altri tipi di contrazioni o provate dolori eccessivi e prolungati, è consigliabile chiamare il vostro ginecologo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.