Riccardo Bertani, 86enne di Caprara, piccolo centro in provincia di Reggio Emilia, è un contadino poliglotta.

Riccardo Bertani è un contadino poliglotta

L’uomo, infatti, ha studiato fin da giovane e da autodidatta molti idiomi dimenticati. Chi passa davanti alla casa di Bertani trova la porta sempre aperta e un cartello: “Fondo librario documentario Riccardo Bertani”.

La casa dell’uomo, infatti, è diventata un vero e proprio Fondo dato che Bertani, nel corso dei suoi studi, ha pubblicato oltre 1000 volumi.

La storia

La storia di Riccardo Bertani è una storia molto particolare. Nato nel 1930 da una famiglia di contadini, con il padre ex sindaco iscritto al partito comunista, lasciò la scuola subito dopo le elementari.

Inizia fin da giovane ma Bertani si definisce così: “Ero e sono un contadino sbagliato, non sono certo un contadino modello”. 

Bertani, infatti, racconta di aver sempre avuto in testa i libri, per lo meno quelli che riusciva a capire. Nell’abitazione dei genitori erano presenti per lo più libri di letteratura russa. Da quel momento in poi inizia a leggere i grandi autori russi come Tolstoj, leggendo prima i testi in italiano e comprando poi una grammatica russa per approfondire meglio la lingua e i contenuti.

La passione per la cultura siberiana, mongola e russa

Con il passare degli anni la biblioteca comunale e gli amici lo hanno sommerso di libri e Bertani continua a immergersi nella lettura anche di libri stranieri ed è attratto fin da subito dalla cultura siberiana, mongola e russa. Grazie a questo interesse comincia a studiare anche la cultura delle popolazioni, annota poi i significati delle parole e la pronuncia.

In questo modo prende forma, dal 1956 in poi, la sua bibliografia che si arricchisce di anno in anno.

Osserva, traduce e scrive diversi libri come “Verso l’estremo mattino – Antologia epica dei popoli siberiani” e “Lo sciamano ci parla”, uno dei suoi ultimi testi.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.