CONDIVIDI

Per tecnica dello strobing s’intende un trucco molto luminoso. Si tratta dunque di una tecnica di make up molto usata e lo consiglio a chi non ha molto tempo per truccarsi e vuole modellare il proprio volto senza rischiare di ottenere un risultato eccessivo e innaturale, come a volte succede con la tecnica di contour.

Il chiaro accentua le sporgenze e lo scuro al contrario riduce otticamente i volumi.

Nello strobing si lavora quindi solo sulle parti del viso da mettere in risalto con la luce utilizzando prodotti illuminanti, in crema, polvere compatta, gel, ecc.

Il risultato è molto piacevole e dona un effetto evanescente.

Lo strobing non è altro che il counturing senza ombre. L’imperativo è brillare come sotto una luce stroboscopica

Per realizzarlo è fondamentale un prodotto, l’illuminante.

Le zone principali su cui applicarlo sono quelle maggiormente colpite dalla luce perché sporgono dal viso: fronte, zigomi, mento, naso, tempie e arco di cupido.

Ottimo, inoltre, l’abbinamento con una buona dose di mascara! In questo modo metterete in risalto i punti di forza del vostro volto e migliorerete le piccole imperfezioni come zigomi piatti, doppio mento e naso a patata.

Make-up invernale

Poesia e romanticismo ma anche energia e passione: sono queste le caratteristiche del make-up protagonista della stagione invernale.

Le passerelle di Parigi, Londra, Milano, New York ci hanno svelato le tendenze dei prossimi mesi. Sul trucco sono stati messi in luce due stili completamente opposti: da una parte il make-up naturale, appena accennato, dall’altra colori più forti e definiti, dagli occhi alle labbra.

Il look romantico si ottiene con colori come il grigio, il caramello e il rosa polvere. Non è un trucco sensuale né ben definito, sfumato e non alla ricerca della perfezione. Il fard è leggero o assente e anche le labbra sono lasciate al naturale, oppure con un velo di gloss o rossetto dalle tonalità tenui.

Dall’altra parte regna invece l’esagerazione e la stravaganza, un mix di colori audaci che evocano la brillantezza dei gioielli. I protagonisti sono il rosa e il fucsia (e tutte le varie tonalità) sugli zigomi, il rosso aranciato, il fucsia, il rosso borgogna sulle labbra.

Di tendenza anche le tonalità che richiamano i colori della terra abbinate a labbra al naturale.

Make Up Correttivo

Gli studiosi del Dipartimento di dermatologia della Mount Sinai School of Medicine, attraverso numerose ricerche,  sono arrivati alla conclusione che  il make up correttivo ha ripercussioni positive sulla qualità di vita di chi soffre di vitiligine, la malattia cutanea più studiata. Non solo, gli effetti positivi sono stati evidenziati anche per altre malattie della pigmentazione, per l’acne e la rosacea.

 “Il camouflage correttivo può in effetti essere considerato un valido supporto per alleviare le insicurezze e il disagio di chi si trova a convivere con condizioni che determinano inestetismi cutanei” afferma Mario Barbareschi, ricercatore del Dipartimento di fisiopatologia medica e dei trapianti dell’Università di Milano.

Il suo successo è confermato anche dal fatto che in diversi ospedali sono nati, grazie al contributo di alcune aziende dermocosmetiche, Laboratori di Maquillage correttivo dove i pazienti possono imparare a usare i diversi prodotti cosmetici nel migliore dei modi, senza alcun costo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.