CONDIVIDI

Guida allo smalto semipermanente

Tutte le donne ci tengono ad avere sempre unghie al top, ma non sempre si ha il tempo per curarle quotidianamente. Le tendenze degli ultimi anni, però, permettono di conciliare ritmi frenetici e manicure. Grazie allo smalto semipermanente, infatti, è possibile avere unghie perfette per circa un mesetto. Inizialmente, per ottenere un risultato soddisfacente, è meglio affidarsi a una professionista, ma con un po’ di pratica riuscirete ad applicarlo da sole. Questa guida vi sarà molto utile.

Smalto semipermanente applicazione

L’applicazione dello smalto semipermanente avviene in quattro step: base, smalto colorato (due volte) e base finale. Si ha quindi bisogno di due basi, uno o due smalti semipermanenti (a seconda della vostra scelta) e la lampada a raggi UV, per fissare il colore.

Prima di tutto è necessario pulire l’unghia dalle cuticole, dopodiché si passa all’opacizzazione dell’unghia con un buffer bianco (o mattoncino, ovvero una sorta di limetta gessata) e alla rimozione della polvere in eccesso. Una volta che le unghie sono pronte, si può procedere con l’applicazione del primer, che favorirà l’attecchimento e la durata dello smalto gel. Lasciatelo asciugare all’aria.

Dopodiché stendete uno strato di base trasparente e catalizzate sotto la lampada UV per due minuti (o il tempo indicato sulla confezione). Questo passaggio va effettuato un’unghia alla volta. Successivamente stendete il colore di smalto scelto, effettuate una passata di lampada, procedete con il secondo strato di colore e poi passate nuovamente alla lampada UV. Infine, applicate un top coat, sia esso UV o ad asciugatura all’aria. Ultimate il lavoro con un po’ di olio per le cuticole.

smalto-semipermanente-

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.