CONDIVIDI

Come proteggere la pelle dal sole

Estate: tempo di sole e abbronzatura, ma con moderazione e prudenza. Esporsi al sole in maniera scorretta può infatti essere altamente nocivo per la salute della nostra pelle. Si va incontro a scottature, si accelera il normale processo di invecchiamento cutaneo e si aumenta notevolmente il rischio di sviluppare il melanoma, il tumore della pelle. Per questo motivo, ogni estate, i dermatologi sottolineano l’importanza di seguire alcuni semplici accorgimenti quando si sta in spiaggia, come evitare il sole nelle ore di punta e schermare la palle con la giusta crema protettiva. Non tutti, però, sanno come scegliere la crema solare più adatta. La scelta varia a seconda del fototipo al quale si appartiene. Acquistarne e applicarne una non adatta non permette di ottenere un risultato soddisfacente.

I raggi solari

Possono essere classificati in tre tipologie diverse:

  • UVA: penetrano in profondità nella pelle e determinano il rilascio della melanina e quindi la manifestazione dell’abbronzatura. Causano un rossore cutaneo temporaneo, ma i loro effetti nocivi possono risultare visibili nel tempo. Tale raggi, infatti, provocando l’alterazione delle cellule e delle fibre di sostegno, sono responsabili dell’invecchiamento cutaneo. Sono presenti e agiscono sulla pelle anche quando il cielo è nuvoloso.
  • UVB: sono più pericolosi degli UVA, ma sono indispensabili per la sintesi della vitamina D e permettono di abbronzarsi.
  • UVC: sono le radiazioni solari più pericolose ma, grazie allo strato di ozono dell’atmosfera terrestre, non raggiungono la nostra pelle.

Protezione solare

In commercio esistono prodotti in grado di schermare o bloccare i raggi del sole. Sono dotati di un’indicazione numerica da 6 a 50+ che si riferisce al fattore di protezione solare (SPF). È quindi possibile distinguere tra protezione bassa (6-10), media (15-20-25), alta (30-50), molto alta (50+). La crema solare giusta deve essere in grado di proteggere da tutte le radiazioni ultraviolette, non deve modificarsi con la luce né essere tossica e sensibilizzante, deve essere di facile applicazione e resistente all’acqua e al sudore. È di fondamentale importanza scegliere la protezione solare in base al proprio fototipo.

crema solare

Fototipi

Ne esistono sei:

  • I: capelli biondi/rossi e carnagione molto chiara, lattea. È una pelle che tende a bruciarsi e si abbronza in maniera lieve. Necessita di una crema con fattore di protezione massimo.
  • II: carnagione chiara, capelli biondo chiaro o scuro. Tende a scottarsi facilmente e si abbronza in maniera leggera. È molto sensibile al sole.
  • III: biondo scuro o castano, carnagione chiara. Si tratta di una pelle intermedia, tende a scottarsi dopo un’esposizione prolungata al sole e si abbronza gradualmente.
  • IV: capelli castani e pelle olivastra. Raggiunge un’abbronzatura scura e raramente si brucia al sole.
  • V: capelli castani e carnagione scura. Non presenta mai scottature e raggiunge un’abbronzatura molto intensa.
  • VI: capelli neri, carnagione scura o nera. Il colore rimane pressoché uguale dopo l’esposizione al sole.

Consigli

Il consiglio più diffuso è quello di applicare una protezione elevata quando si è alle prime esposizioni, per poi abbassare gradualmente il fattore protettivo man mano che ci si abbronza. Un fattore protettivo molto alto è consigliato per chi ha la carnagione chiara o molto chiara ma anche per chi svolge attività invernali o estive ad elevate altitudini: il sole batte forte e il riflesso sulla neve è intenso. Lo stesso discorso può essere fatto per la sabbia e l’acqua: queste superfici possono riflettere fino all’80% dei raggi UV, rendendo l’esposizione più intensa.

La crema deve essere applicata in maniera omogenea su tutta la pelle scoperta almeno mezzora prima dell’esposizione al sole e spalmata nuovamente ogni due ore. Nonostante si utilizzi la protezione, l’esposizione al sole dovrebbe essere evitata durante le ore più calde della giornata. È bene ricordare che i raggi solari non interessano la nostra pelle solo al mare ma ogni qualvolta ci troviamo all’aperto: per attività svolte all’esterno e per un tempo pari o superiore a 4 ore, è opportuno applicare una crema solare con SPF 30 o più alto.

È inoltre importante tener conto dell’età: i bambini e gli anziani necessitano di un fattore di protezione elevato.

crema bambini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.