I gioielli in argento sono i più comuni in assoluto.

Apprezzati per la loro lucentezza, si possono acquistare in gioielleria ma anche nei migliori negozi di bijoux o di artigianato. A differenza della comune bigiotteria, sono molto più preziosi e duraturi, anche se talvolta potrebbero annerirsi. Come mai?

Se conservati erroneamente o esposti con una certa frequenza ad acqua o alcune sostanze, perdono di brillantezza. Di conseguenza, si ossidano e non hanno più l’estetica originaria.

Tuttavia, esistono tanti rimedi casalinghi per pulire i gioielli in argento. Allo stesso tempo però, risulta fondamentale prendere alcune accortezze, in termini di conservazione.

Scopriamo insieme tutti i metodi fai da te!

Bicarbonato

Prendete un litro d’acqua e circa 50 grammi di bicarbonato di sodio.

Quest’ultimo dovrà essere sciolto in un piccolo recipiente di acqua calda. Una volta raffreddata, immergete i vostri gioielli e lasciateli “a mollo” per qualche minuto. Una volta trascorso il tempo necessario, toglieteli dalla soluzione ed asciugateli, utilizzando un panno morbido, per evitare eventuali graffi.

Dentifricio

Quando si parla di metodi fai da te per pulire i gioielli, è impossibile non pensare al dentifricio.

Non dovrete fare altro che utilizzare uno spazzolino con setole morbide, applicare il dentifricio e sfregarlo sul gioiello in questione. Ovviamente, cercate di procedere nella maniera più delicata possibile, altrimenti potrebbero rovinarsi.

Acqua di cottura delle patate

Per chi non lo sapesse, è possibile smacchiare i gioielli in argento con l’acqua di cottura delle patate.

Questo perché si tratta di un ortaggio in grado di produrre una sostanza che contrasta vivamente l’ossidazione (ed eventuali residui). Pertanto, una volta cucinate le patate, rimuovetele dalla pentola. Versate l’acqua in un recipiente ed aggiungete i gioielli. Lasciateli per una decina di minuti e il gioco è fatto.

Succo di limone

Un altro rimedio della nonna per pulire i gioielli in argento, è il succo di limone.

Prendete un panno morbido, aggiungete un po’ di bicarbonato e di succo di limone. Passatelo sopra il gioiello, strofinando per bene e noterete il rilascio di una sostanza verde. Bene: quella rappresenta l’ossidazione che si era formata. A questo punto, non vi resta che risciacquare con l’acqua (senza aggiungere nulla) e torneranno come nuovi!

Sale e alluminio

Infine, tra i trucchi per pulire i gioielli c’è quello della combo sale e alluminio.

Dovrete semplicemente prendere un recipiente in alluminio (ad esempio una teglia) ed inserirci acqua tiepida e sale (vanno bene 2 cucchiai). Mischiate il tutto ed immergete i gioielli, tenendoli a mollo per un quarto d’ora circa. Noterete grandi cambiamenti!

Pulizia dei metalli

Nel caso in cui i vostri gioielli fossero in metallo (ma non in argento), necessitano comunque di costanti cure.

Anche se in teoria non dovrebbero annerirsi, può succedere che vadano incontro ad ossidazione. Di conseguenza, vi consigliamo di

  • Usare un panno lucidante per contrastare l’ossidazione
  • Pulire il gioiello con acqua tiepida e uno spazzolino contenente sapone neutro
  • Evitare di indossare il gioiello durante la pulizia o di spruzzarci del profumo sopra
  • Non applicare i consigli su come lucidare l’argento, perché potreste peggiorare la situazione
  • Non far entrare il gioiello a contatto con ammoniaca, cloro ed altri prodotti chimici forti
  • Riporlo sempre in uno scatolino o in un sacchetto, per evitare che si ossidi

Per una manutenzione più approfondita, rivolgetevi ad un gioielliere o una figura esperta nel settore.

Pulizia delle pietre

A questo punto ci si chiede: come fare invece per le pietre?

Diversi bracciali, collane o anelli, presentano dei dettagli molto delicati. Le pietre necessitano di cure ancor più minuziose, pertanto è bene:

• Pulirli con acqua tiepida e sapone neutro. Se utilizzate lo spazzolino, procedete delicatamente, onde evitare graffi.

• Non indossate gioielli con le pietre quando fa eccessivamente caldo (ad esempio in spiaggia) o se esposti a delle superfici un po’ ruvide.

• Conservateli separati l’uno dall’altro, altrimenti potrebbero sfregarsi tra di loro.

Pulizia vetro di Murano

Prendiamo ad esempio gli charms Pandora.

Alcuni di loro sono realizzati in vetro di Murano e proprio per tale motivo, sono super delicati. Ciò significa che hanno bisogno di essere maneggiati con cura, onde evitare che possano rovinarsi o addirittura rompersi.

A tal proposito, vi consigliamo di:

  • Pulirli con dell’acqua calda, aggiungendo una piccola quantità di sapone liquido neutro. Aiutatevi con un panno morbido. Una volta terminata la procedura, risciacquate con acqua e asciugate (sempre utilizzando un panno che non lasci graffi)
  • Evitare assolutamente tutti quei prodotti adibiti alla pulizia dell’argento (e dunque dentifricio, limone, aceto e così via)
  • Lucidateli con un panno morbido e mai con della carta assorbente
  • Cercate sempre di trattare il metallo e il vetro in maniera differente, altrimenti potreste finire per danneggiare uno dei due
  • Nel caso in cui il vetro dovesse apparire eccessivamente opaco, utilizzate giusto qualche goccia di olio minerale, nient’altro. Assicuratevi inoltre che il panno adibito alla pulizia non lasci pelucchi.

Pulizia gioielli in legno o in pelle

Come pulire i gioielli in legno o in pelle?

Essi non vanno assolutamente confusi con quelli in argento o in metallo. Pertanto, hanno bisogno di una manutenzione del tutto differente.

Innanzitutto, anch’essi devono essere maneggiati con molta cura, per evitare che possano danneggiarsi. In termini di pulizia invece, l’acqua non va utilizzata assolutamente. Ogni procedimento dev’essere fatto a secco, altrimenti (la pelle specialmente) si rovineranno. E allora come fare?

Basta semplicemente passare un panno morbido leggermente inumidito. Evitate ogni tipo di sapone o soluzione liquida. Strofinate in maniera delicata, facendo sempre attenzione che non rimangano pelucchi.

Se dovessero apparire macchie irremovibili, provate con delle scaglie di sapone o acquistate dei prodotti di pulizia professionali privi di elementi chimici. Per ulteriori informazioni, rivolgetevi sempre ad una persona di fiducia esperta nel settore.

Infine (e non per ordine di importanza), ricordate di non esporre i gioielli in legno e in pelle a temperature elevate. Non indossarli durante la doccia o il bagno a mare, altrimenti potrebbero rovinarsi con estrema facilità.

Questi sono soltanto alcuni dei rimedi per pulire i gioielli in maniera efficace. Ma dando un’occhiata sul web ce ne sono davvero tantissimi. L’importante è individuare il materiale in questione: questo perché ognuno vuole una manutenzione specifica. Utilizzando prodotti non idonei, andrete soltanto a peggiorare la situazione, ritrovandovi costretti a buttare il gioiello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.