I benefici del massaggio prostatico

Sono molteplici i benefici legati al massaggio prostatico. Con l’avanzare dell’età, infatti, la prostata, una ghiandola a forma di castagna presente nell’apparato genitale maschile, precisamente sotto la vescica, può andare incontro a una serie di problemi di varia natura, alcuni molto gravi, altri meno: dalla disfunzione erettile a problemi della minzione, fino ad arrivare ai tumori.

La funzione principale della prostata è quella di produrre il liquido seminale, che contiene gli elementi utili a nutrire e veicolare gli spermatozoi. Tale ghiandola riveste inoltre un importante ruolo all’interno del sistema immunitario, soprattutto delle vie uro-seminali.

Per accorgersi di eventuali problemi alla prostata, è necessario sottoporsi a controlli medici specifici, da effettuare, sostengono i medici, una volta superati i 45 anni. Gli esami in questione sono: controlli urologici periodici e dosaggio ematico del PSA (Antigene Prostatico Specifico).

Oltre a queste analisi, c’è anche un altro modo per salvaguardare la salute della prostata: il massaggio prostatico. Esso può essere effettuato in due modi: internamente o esternamente.

  • Massaggio interno: si pratica mediante l’inserimento di un dito o una sonda dalla forma affine all’interno del retto, al fine di raggiungere la ghiandola prostatica. La penetrazione deve essere effettuata con la massima delicatezza, per questo motivo si utilizzano guanti in lattice e lubrificanti. La prostata viene massaggiata compiendo movimenti rotatori o avanti e indietro. E’importante non esagerare nell’intensità e nella frequenza delle stimolazioni, il rischio che si corre è infatti quello di far emergere problemi piuttosto che prevenirli. Gli effetti della procedura coinvolgono sia la sfera del benessere che quella del piacere.
  • Massaggio esterno: è meno invasivo del precedente e consiste nella stimolazione del perineo, noto anche come punto G maschile, situato tra scroto e ano. Il massaggio deve essere effettuato esercitando una leggera pressione su questa zona, ricca di terminazioni nervose e molto sensibile. Anche in questo caso una pressione eccessiva può causare l’effetto contrario. Si possono utilizzare oli da massaggio.

I benefici del massaggio prostatico, come anticipato in precedenza, sono molteplici: migliora l’afflusso di sangue alla ghiandola e al perineo; riduce i problemi connessi all’ingrossamento della prostata; previene deficit erettivi; stimola il riassorbimento dei liquidi in eccesso sedimentati e ripristina il normale funzionamento della ghiandola.

Inoltre, sul versante del piacere: favorisce una maggiore conoscenza del proprio corpo, stimola il raggiungimento del piacere, migliora l’atto sessuale e rafforza l’intimità della coppia

Esami da fare dopo i 40 anni

1 commento

  1. io l’ho provato una volta e devo dire che dopo quella volta continuo a farlo perchè è davvero una bella esperienza di piacere unico, tra i più forti provati, lo consiglio a tutti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.