Alluce valgo rimedi

Con il termine alluce valgo si intende una deformazione che colpisce l’articolazione dell’alluce, nello specifico quella relativa al primo metatarso, che devia dalla sua posizione originale andando verso l’esterno.

Tale disturbo, assai più diffuso tra le donne, si associa generalmente a un forte dolore che può interessare solo l’alluce o coinvolgere l’intero piede, con inevitabili ripercussioni sulla postura e andatura nel soggetto colpito, nonché sulla scelta delle scarpe più adatte.

Predisposizione genetica (la statistiche parlano del 68% dei casi), malformazioni o patologie plantari, come il “piede piatto”, calzature sbagliate (eccessivamente strette o troppo alte), una postura che carichi troppo peso nella parte anteriore del piede, sono tra i fattori principali legati all’insorgenza dell’alluce valgo.

Oltre all’intervento chirurgico, che ad oggi risulta essere la soluzione più efficace e definitiva contro l’alluce valgo, in quanto permette di riportare l’articolazione alla forma originaria, esistono anche una serie di rimedi alternativi volti sopratutto a ridurre il fastidio legato a questa deformazione.

Dal momento che una delle principali cause è dovuto alla scelta di scarpe sbagliate, si dovrà intervenire proprio in questo ambito, mettendo da parte i tacchi alti e le calzature eccessivamente strette in punta, a vantaggio di modelli più bassi, comodi e in grado di assecondare perfettamente la fisionomia del piede.

Da evitare anche le scarpe piatte, prive cioè di un minimo rialzo, in quanto non sono in grado di fornire al piede il giusto sostegno. Per le amanti dei tacchi, si consiglia di non superare i 5 cm.

Quando possibile, toglietevi le scarpe e restate a piedi nudi. In commercio è inoltre possibile trovare appositi inserti da inserire all’interno delle calzature.

I pediluvi possono essere un toccasana contro il dolore, sopratutto quelli con olio essenziale di lavanda. Può rivelarsi molto utile anche un impacco freddo realizzato con una soluzione composta da 4 gocce di olio essenziale di camomilla, 5 gocce di rosmarino e 5 di lavanda. Immergete un panno in questa soluzione, adagiatelo sulla zona interessata e lasciate in posa per 20 minuti.

Un valido aiuto può arrivare anche da alcuni esercizi, come far scorrere il piede sopra un bastone o una pallina da tennis.

Al di là dell’efficacia di questi rimedi, è sempre meglio chiedere il parere di un medico.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.