CONDIVIDI

Per molte persone in primavera dormire bene diventa davvero un’impresa.

Si hanno  difficoltà ad addormentarsi oppure ci si sveglia più volte durante la notte .

Ecco che la nostra giornata sarà caratterizzata da  irritabilità, scarsa capacità di concentrarsi, sonnolenza e difficoltà nei rapporti sociali.

Si tratta però di un’insonnia occasionale. In questo periodo infatti il maggior numero di ore di luce causa un cambiamento dell’alternanza tra sonno e veglia.

 Inoltre l’orologio interno dell’organismo deve adeguarsi al cambiamento di quello solare, un processo lento e “faticoso” che viene reso ancora più difficile dal passaggio all’ora legale.

Per non trascorrere le notti primaverili in bianco si possono mettere in pratica alcuni facili suggerimenti.

E’ necessario mantenere il più possibile inalterati gli orari in cui si va a letto e in cui ci si alza ed evitare di dormire nel pomeriggio.

Va poi controllata l’alimentazione .

Di sera infatti che deve essere a base di cibi di facile digestione e vanno evitati  alcolici, tè, caffè, bevande a base di cola e alimenti ricchi di tiramina (come salumi e formaggi).

CONTINUA A LEGGERE

dormire male

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.