CONDIVIDI

Come proteggere i bambini dal colpo di calore

 

Nel corso di questo fine settimana si raggiungeranno i 40° in molte città italiane, sarà quindi di fondamentale importanza proteggersi dal colpo di calore, soprattutto per i soggetti più a rischio, come i bambini al di sotto dei due anni di età.

Quando si verifica un colpo di calore?

È la conseguenza di un aumento della temperatura corporea dovuto a una situazione climatica eccessivamente calda e umida. Si verifica il malore perché il corpo accumula più calore di quanto riesce a espellerne attraverso la sudorazione.

Colpo di calore sintomi

Nausea, aumento della temperatura corporea (anche oltre i 40°, con conseguenti possibili deliri e convulsioni), mancamento e senso di debolezza, vertigini, pelle calda, mucose asciutte, sete intensa, perdita di conoscenza.

Cosa fare?

Bisogna abbassare il più rapidamente possibile la temperatura corporea, per fare questo si può immergere il bambino nell’acqua fredda o portarlo in un posto fresco, spogliarlo, fargli aria, applicare impacchi freddi nell’inguine e nelle ascelle, effettuare spugnature di acqua molto fredda su tutto il corpo. Se cosciente, dargli da bere acqua fredda a piccoli sorsi e ripetutamente. In caso di situazione grave, sarebbe meglio chiamare il 118.

Quali precauzioni bisogna seguire per evitare il colpo di calore?

Bere molto nell’arco di tutta la giornata senza aspettare di essere assetati, preferire la semplice acqua o altri liquidi privi di alcol e caffeina e non eccessivamente zuccherati. Evitare di bere bevande troppo fredde. Proteggere la testa con capellini e indossare abiti leggeri, di colori chiari e realizzati con tessuti che permettano alla pelle di traspirare. Stare in luoghi freschi. Non uscire nelle ore più calde della giornata. CONTINUA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.