CONDIVIDI

La colazione è il pasto più importante della giornata e questa non è una frase fatta ma è assulutamente la realtà: ogni volta che la si salta il nostro metabolismo ne risente ed ecco che possiamo avere un effetto yo yo indesiderato. Cosa mangiare dunque la mattina per rimanere in forma ma avere energia per tutta la giornata? Il consiglio che possiamo darvi, o meglio che la dottoressa Castaldo ci da, è quello di bere centrifugati ed anche una tazzina di caffè. Ecco spiegati i motivi.

Centrifugati frutta e verdura

I CENTRIFUGATI DI FRUTTA E VERDURA sono bevande rigeneranti oltre che gustose e dissetanti, ricche di vitamine, sali minerali e acqua. A differenza dei frullati, i centrifugati sono privi della polpa (fibra), facilitando ed incrementando così l’assorbimento dei nutrienti. Costituiscono un ottimo spezzafame anche per chi segue una dieta dimagrante, senza dover rinunciare ad una dolce pausa (purchè senza aggiunta di zucchero!), combattono la disidratazione dovuta al caldo e allo sport, rendono il metabolismo più attivo, rafforzano il sistema immunitario, migliorano la funzionalità intestinale e hanno funzione detossificante, fornendo sostanze antiossidanti importanti per mantenere l’integrità cellulare e prevenire l’invecchiamento.
Approfittiamo dell‘ abbondanza di frutta e verdura fresca del periodo estivo, per preparare freschi e colorati centrifugati, decisamente più salutari delle classiche bevande zuccherate.

Frullati di frutta fresca

Frullare gli alimenti ci permette anche di utilizzare parti della pianta che altrimenti verrebbero scartate con tutte le loro proprietà benefiche, come i semi.

Qual è il problema con i frullati allora? La velocità di assorbimento. Cibi liquidi possono essere consumati con più facilità e in maggiori quantità rispetto ai cibi solidi. Questo finisce con alterare la risposta insulinica dell’organismo e il nostro senso di sazietà. Se lo zucchero viene assorbito nel sangue troppo velocemente, il corpo produce troppa insulina, con successivo brusco calo della glicemia e sensazione di spossatezza e appetito che ci spingerà a mangiare di nuovo.

I frullati dovrebbero essere bevuti lentamente e soprattutto non dovrebbero essere costituiti di sola frutta. Per aumentare il senso di sazietà è importante la presenza di fibre, date dalle verdure, e di semi oleosi (lino, noci, avocado), che forniscono inoltre la quantità di grassi necessari per permetterci l’assorbimento dei nutrienti liposolubili

Caffè fa bene alla salute

Il caffè è una bevanda ricca di antiossidanti e tra le diverse componenti, la caffeina (circa 80 mg in una tazzina di caffè) ha diversi effetti benefici: migliora la frequenza cardiaca, l’attività psicomotoria, l’umore e la resistenza alla fatica e al sonno, la performance degli atleti; 
Il caffè aumenta la termogenesi, facilitando il processo con cui l’organismo brucia energia sotto forma di calore, e ha effetti lipolitici. Concedersi qualche tazzina di caffè ogni giorno (non più di 3 tazzine, corrispondenti ad un consumo ottimale di caffeina di circa 200-300mg) può quindi contribuire ad attivare il metabolismo.
L’azione diuretica del caffè lo rende inoltre un potenziale alleato di chi soffre di gonfiori e ritenzione idrica, mentre l’effetto «anoressizzante» (di riduzione dell’appetito) potrebbe contenere gli attacchi di fame nervosa.
Tuttavia è buona regola non eccedere con l’assunzione di caffè per evitare gli effetti negativi: riduzione di assorbimento e biodisponibilità di vitamine, Ferro, Calcio (determinando quadri anemici ed osteoporotici); tachicardia, nervosismo e insonnia.
Da evitare in caso di gravidanza e se si soffre di: gastrite, ulcere, reflusso gastroesofageo, ipertensione, problemi epatici, vampate di calore, ansia. 
Per chi non gradisce il caffè amaro, si consiglia il consumo con dolcificanti naturali.

Nutrizionista Dott.ssa Maria Castaldo Biologa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.