CONDIVIDI

Un nuovo studio italiano, dimostra i danni che la cocaina arreca al cervello. E’ stato compiuto dai ricercatori dell’Università Cattolica di Roma e dell’Università degli Studi dell’Insubria di Varese e pubblicato sulla rivista Brain.

Si è scoperto che tra i meccanismi cerebrali alterati dall’uso di cocaina ce n’è uno che riguarda la plasticità sinaptica,  la capacità dei neuroni di modificare l’efficienza della trasmissione sinaptica  ( ovvero i ponti di “comunicazione” tra neuroni).

I ricercatori hanno iniettato cocaina nei ratti per cinque giorni.

Hanno poi studiato i loro comportamenti. Gli animali hanno mostrato un aumento progressivo e permanente dell’attività motoria e del livello di eccitazione, che la cocaina causa anche negli esseri umani.

Alcuni sono stati trattati anche con D-serina (iniettata insieme alla cocaina). E in questi ultimi esemplari non si è vista l’aumentata attività motoria.

Gli autori dello studio sottolineano però che non si può ancora pensare a un utilizzo terapeutico della D-serina contro la dipendenza da cocaina.

Anche perché nel lavoro non sono stati presi in considerazione gli effetti psicologici di questa droga (non valutabili nei ratti), ma solo quelli motori.

cocaina

8 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.