CONDIVIDI

Il cloruro di magnesio è un integratore composto da Magnesio e Cloro in forma esaidratata. I suoi benefici sono molteplici, ma assumerlo in dosi elevate può comportare seri problemi all’organismo.

È quindi opportuno avere un’ottima conoscenza del cloruro di magnesio e assumerlo sempre su indicazione medica.

Il cloruro di magnesio è costituito da Magnesio e Cloruro, in rapporto di 1 a 2.

Ogni grammo di questo composto apporta al nostro organismo circa 120 milligrammi di magnesio elementare e 350 milligrammi di cloruro. Il magnesio contenuto al suo interno è dotato di una buona biodisponibilità, ciò significa che l’organismo è in grado di assorbire e utilizzare una quota elevata di minerale, utile per lo svolgimento delle proprie funzioni fisiologiche.

Cloruro di Magnesio benefici e controindicazioni

Il cloruro di magnesio è indicato per prevenire o trattare carenze di magnesio dovute a: alcolismo, malnutrizione, celiachia, morbo di Crohn, diarrea, vomito, diabete.

Viene inoltre consigliato per: lenire i dolori premestruali, normalizzare la pressione arteriosa (in assenza di problemi renali), regolare la digestione, prevenire l’osteoporosi e l’artrite. Per trattare: malattie cervicali, tensione neuromuscolari, mal di testa, fuoco di Sant’Antonio, orticarie, tetano, le varie malattie dell’infanzia, influenza, pertosse, raucedine, affezioni dell’apparato gastrointestinale, epilessie. Si dice addirittura che non esiste malattia che non possa essere curata con il cloruro di magnesio! Tant’è che viene consigliato anche per prevenire il cancro. La sua assunzione è particolarmente indicata nei mesi estivi e per le persone che svolgono discipline di durata, come ciclismo, triathlon, corsa. È un ottimo alleato anche per migliorare l’umore.

I molteplici benefici del cloruro di magnesio non devono far erroneamente pensare di poterlo assumere in totale libertà, senza restrizioni. Dosi elevate di cloruro di magnesio possono infatti causare vari scompensi al nostro organismo, più o meno gravi: diarrea, nausea, mal di stomaco, debolezza, respirazione alterata, ipotensione, aritmie e, nei casi più estremi, arresto cardiaco.

Dieci cibi per dormire meglio

L’insonnia ci colpisce per svariati motivi, spesso sono lo stress e le preoccupazioni, ma ancora più spesso il non dormire di notte dipende dall’alimentazione.

Prima di tutto c’è da dire che la cosa migliore da fare è non andare a dormire a stomaco pieno, ma andare a letto ore dopo aver mangiato. Questo, in generale, implica cenare abbastanza presto.

Andiamo ora a vedere dieci cibi che concilieranno il nostro sonno.

  1. Carboidrati. Che siano semplici o complessi, ci aiutano a dormire grazie ad un amminoacido: il triptofano, che ci aiuta a produrre la serotonina.
  2. Latte. Ci aiuta sia per la presenza di triptofano che per il calcio che contiene. Una tazza di latte caldo prima di andare a dormire non può che farci bene.
  3. Uva rossa. Ci aiuta poiché contiene melatonina.
  4. Cipolle. Ci aiuta a contrastare l’ansia grazie alla quercetina, una sostanza appartenente alla categoria dei flavonoidi.
  5. Insalata. Ci aiuta a depurarci e ci da dei sali minerali utili per il nostro organismo. Ha inoltre delle capacità sedative grazie alla lattucina, una sostanza in essa contenuta.
  6. Banane. Ci danno una mano a rilassare i muscoli grazie al magnesio e al potassio.
  7. Pesce. Merluzzo, alici e tonno contengono triptofano anche loro.
  8. Frutta secca. Anche questa è un’ottima alleata contro l’insonnia, poiché ricca di triptofano (soprattutto le noci) e di serotonina.
  9. Infusi e Tisane. Prima di andare a dormire una tisana non può che far bene! Tra le tante erbe consigliamo: camomilla, melissa, salvia o finocchio (che ci aiuta anche a digerire meglio la cena).
  10. Mele. Perfette per essere consumate di sera, le mele ci aiutano a combattere l’ansia.

Conoscevate tutte queste proprietà?

Ora che ne siete a conoscenza, cercate di sfruttarle al meglio.

Buon riposo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.