CONDIVIDI

Informazioni sulla razza Chow Chow

Famoso per la sua caratteristica lingua violacea, il Chow Chow è una delle razze canine più antiche. Vediamo di saperne di più sulle sue origini e sul suo carattere.

Origini

Un suo avo potrebbe essere il cane palustris, antenato di tutti i cani nordici appartenenti alla famiglia degli Spritz. È un cane di origini asiatiche e l’aspetto che possiamo ammirare noi oggi è il risultato di un’evoluzione durata migliaia di anni. Secondo le testimonianze (poche) riguardanti gli antichi cani cinesi, il Chow doveva essere di dimensioni molto più grandi di quelle di oggi, tali da farlo assomigliare a un leone.

Questa razza giunge nell’Occidente tramite i marinai dell’East Company, attratti dalle sue particolarità. Giunto in Inghilterra, iniziò ad essere presente nelle esposizioni sotto il nome di Chinese Edible Dog e Chinese Dog. Il primo standard di razza fu formulato nel 1890.

Carattere

Il tratto distintivo della sua personalità è la riservatezza, ma attenzione: non significa indifferenza! Il Chow Chow è infatti un cane molto attento a quello che lo circonda. Non vi aspettate da lui grandi manifestazioni di affetto, soprattutto verso gli estranei, ma questo non vuol dire che disdegna le attenzioni e le coccole del suo padrone.

È una razza con una spiccata propensione al comando, è quindi importante educarlo con pazienza e precisione, in modo tale che si abitui a vedere il suo padrone come il capo. Non cambia idea facilmente, ma se si fida del suo possessore sarà più facile insegnarli a comportarsi correttamente. È un buon guardiano e abbaia solo quando necessario. È un cane calmo e indipendente.

chow

Caratteristiche fisiche

È un cane solido, forte, dall’aspetto leonino e dal portamento fiero. Il pelo può essere lungo o corto. Quello lungo si presenta con un sottopelo soffice e lanoso, particolarmente fitto intorno al collo dove forma una sorta di criniera; quello corto, invece, è fitto, diritto e felpato al tatto. Il manto può essere di varie tonalità: rosso, nero, blu, fulvo diluito (cannella), crema o bianco.

La sua lingua è di colore nero-bluastra o blu-viola, e su questa sua particolarità esistono due leggende. Una narra che un giorno un monaco si ammalò gravemente e non poteva andare a procurarsi la legna per accendere il fuoco. Lo fecero i suoi cani ma nel bosco era scoppiato un incendio che aveva bruciato alcuni alberi. I cani raccolsero alcuni pezzi di legno carbonizzato: fu così che le loro lingue presero e mantennero il colore nero del legno bruciato. La seconda leggenda, invece, attribuisce il colore della lingua alle gocce di vernice che un Chow Chow raccolse mentre Buddha dipingeva il cielo.

Alimentazione

I cuccioli mangiano cinque volte al giorno, poi si passa a quattro fino ai tre mesi, tre fino agli otto mesi e due dagli otto mesi in poi. L’alimentazione del Chow Chow può essere rappresentata dal mangime pronto o da quello fatto in casa. Il primo rappresenta una soluzione sicuramente più comoda, ma deve essere scelto con accuratezza e bisogna seguire le dosi indicate sulla confezione. Se invece si preferisce preparare il pasto in casa, gli alimenti consigliati sono carne bianca, pesce magro, riso, pasta. Le dosi cambiano a seconda dell’età, del peso e dell’attività che è solito fare l’animale.

chow-chow-color-crema

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.