CONDIVIDI

Mal di Testa. Soffrire di cervicale accomuna il 50% degli adulti italiani, un numero importante se pensiamo che a soffrirne sono veramente tanti. A chi non è capitato di andare al lavoro nonostante il dolore? Questo accade perchè in Italia non è riconosciuta come un qualcosa d’ invalidante ma di fatti spesso lo è.

Ma come si riconosce questo disturbo e quali sono le cure da fare per alleviare il dolore? 

Cerchiamo di spiegarlo in questo articolo.

Cervicale per contrattura del collo e spalle

Il dolore alla cervicale è un disturbo molto comune, diversi studi hanno infatti dimostrato come ogni giorno ben sette persone su dieci soffrono, pur con diversa intensità, di dolori cervicali. Le cause sono molteplici, ma in linea di massima il disturbo è generato da una contrattura dei muscoli del collo e delle spalle. Vediamo nel dettaglio quali possono essere le cause, i sintomi e i possibili rimedi.

Cause

La ragioni del sopraggiungere di dolori nella zona della cervicale sono molteplici, alcune più serie, altre legate al proprio stile di vita. Tra le cause più serie troviamo il colpo di frusta, l’osteoartrite delle vertebre cervicali e la degenerazione di uno o più dischi intervertebrali. Solitamente, però, i dolori cervicali che ci tormentano durante le nostre giornate hanno origini più banali, come un’errata postura, colpi di freddo, mancanza di attività fisica o eccesso di esercizi che vanno a incidere negativamente sulla zona cervicale, stress (può portare ad assumere posizioni rigide e contratte, con conseguenti dolori ai muscoli di collo e spalle), cattivo riposo notturno a causa di cuscini o materassi non adatti.

Sintomi

I sintomi più diffusi sono dolore e rigidità localizzati a livello del collo, la cui intensità varia da caso a caso. A questi vanno aggiunti il mal di testa, che in questo caso prende il nome di cefalea muscolo-tensivo, vertigini, capogiri, dolori sulla fronte e sopra gli occhi, cerchio alla testa, nausea, formicolii alle braccia, mancanza di forza negli arti superiori, scricchiolii nella torsione del collo.

Cervicale come farla passare

Esistono alcuni esercizi in grado di migliorare e risolvere il problema. Sono molto semplici e eseguibili sia a casa che in ufficio o a scuola.

1) Da seduti flettete il collo prima a destra e poi a sinistra, mantenendo la flessione per alcuni secondi. 2) Rimanendo in posizione seduta, flettete il collo e con la mano del lato verso il quale avete piegato la testa afferrate il polso del braccio opposto e tiratelo leggermente verso il basso, questo metterà in tensione i muscoli del trapezio e della spalla. Mantenete la posizione per 20-30 secondi. 3) Da seduti o in piedi effettuate una circonduzione completa del capo, tenendo rilassati il collo e le spalle. Effettuate la circonduzione prima in un senso e poi nell’altro.

Questi possono risultare dei rimedi efficaci ma devono sempre essere preceduti da una diagnosi medica, è quindi molto importante che, al sopraggiungere di uno o più sintomi sopraelencati, vi rechiate dal medico.

Cervicale cosa fare per il dolore

Per alleviare il dolore si consigliano massaggi localizzati.

I dolori alla cervicale possono essere provocati da varie cause, tra queste c’è lo stress e la cattiva postura. Le ansie, le preoccupazioni, il nervosismo e i vari stati d’animo dipendenti dal lavoro e dallo studio tendono a trovare sfogo nei muscoli del collo, provocando quella spiacevole sensazione di sentire l’ultima parte delle colonna vertebrale in forte tensione, dolore che spesso si irradia anche alla nuca, provocandoci un fastidiosissimo mal di testa.

Fermo restando che l’ideale sarebbe affidarsi a mani esperte o rivolgersi al medico se il dolore dovesse durare per un arco di tempo prolungato, esistono anche altre soluzioni più immediate e facilmente eseguibili da soli.

Prendetevi una pausa dal lavoro o dallo studio e ritagliatevi del tempo da dedicare a voi e alla vostra cervicale. Cercate di svuotare completamente la mente da ogni tipo di pensiero e iniziate con una serie di piccoli messaggi.

Portate le mani dietro il collo ed esercitate una leggera pressione con le dita compiendo un movimento dall’alto verso il basso. Aumentate la forza della pressione e continuate a massaggiarvi il collo, reclinando all’indietro la testa (non troppo).

Passate ora all’utilizzo delle nocche e massaggiate sia la parte anteriore che quella posteriore del collo. Concentratevi poi solo su quella anteriore, accarezzandola lentamente.

Anche i pizzicotti e i picchiettii sono importanti per allontanare i dolori della cervicale, servono per migliorare la circolazione. Dedicatevi quindi a picchiettare e pizzicare (senza farvi male, ovviamente) il collo, le spalle e il mento.

Prima di tornare alle vostre faccende, sciogliete la muscolatura effettuando ampie rotazioni delle spalle.

Esercizi per la cervicale da fare a casa

Questo genere di disturbo causa tensione e dolore al collo, fino a provocare mal di testa, difficoltà a ruotare la testa, rigidità muscolare, vertigini, nausea.

Per alleviare questi sintomi può essere utile l’esecuzione di alcuni esercizi.

Piegamenti laterali: seduti con la schiena ben dritta o in posizione eretta, con le braccia lungo il busto, flettete delicatamente il collo prima a destra e poi a sinistra, mantenendo la posizione per qualche secondo. Eseguite 5 ripetizioni per lato, più volte nell’arco della giornata. Non forzate eccessivamente i muscoli del collo. I piegamenti devono avvenire delicatamente, senza strappi.

Piegamenti frontali: alzate a abbassate il mento lentamente. Non insistete se avvertite nausea o vertigini, ma ripetete ogni giorno fino a riuscire ad arrivare a 10 esecuzioni senza difficoltà.

Rotazioni: iniziate con la “mezzaluna”, ovvero portando il capo da sinistra e destra e viceversa. Poi passate alla rotazione completa, molto dolcemente. Eseguite almeno 5 rotazioni, sempre senza fretta ed eccessiva forza.

Distensione: con la testa piegata di lato, abbassate dolcemente la spalla opposta, in modo che si crei una situazione di tensione, sempre non eccessiva. Mantenete la posizione per qualche secondo e poi cambiate. Ripetete per tre volte per lato.

Artrosi cervicale

L’artrosi cervicale è una malattia degenerativa che causa dolore e sofferenze nella zona cervicale.Galleria

Il punto di partenza per curare la cervicale è capire quale sia il tipo di patologia specifico.

Diverse sono le cause che possono generare il dolore e, a seconda della patologia, si trova la terapia adeguata.

Come sintomi, oltre al dolore e al mal di testa, si avverte una certa rigidità nel collo.

Tuttavia, c’è da capire se il problema è continuo o si verifica solo quando assumiamo determinate posizioni o posizioni sbagliate.

Ci sono casi difficili da riconoscere, quindi, è importante imparare a riconoscere i diversi sintomi e a chiedere sempre il consiglio di un medico.

Per la diagnosi si ricorre, generalmente, alla risonanza magnetica o alla tac mentre la terapia per contrastare l’artrosi si avvale di terapie farmacologiche, ortopediche e fisiatriche.

Importante è anche la prevenzione.

Ci sono, infatti, alcuni facilissimi esercizi specifici per il  collo che possono aiutare molto.

Ricordate che con l’età la situazione potrebbe  peggiorare ed estendersi alle strutture nervose o vascolari.

In conclusione:

I disturbi della cervicale colpiscono un numero elevato di persone, appartenenti a fasce di età differenti, spesso conseguenza di uno stile sedentario e di una postura errata. Stare per tanto tempo davanti allo schermo del pc, ad esempio, è uno dei fattori più comuni. I consigli sono dati dai massaggi da fare settimanalmente e dal riposo qualitativo notturno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.