CONDIVIDI

Cos’è

Il cerotto transdermico è un contraccettivo ormonale a basso dosaggio ed ha la particolarità di essere assunto per via cutanea.

Esso si presenta come un cerotto molto sottile, composto da tre strati. Contiene norelgestromina (un progestinico) ed etinilestradiolo (l’estrogeno presente in tutte le pillole), e ne rilascia la dose giornaliera necessaria.

Come si usa

Si applica un solo cerotto alla settimana per tre settimane. Prima di applicarlo, bisogna prima accertarsi che la cute sia sempre pulita ed asciutta. 

Non si devono utilizzare creme, oli o talchi, è bisogna accertarsi che la zona in cui si intende applicare il cerotto, sia priva di microlesioni. 

Il cerotto può essere applicato sui glutei,  sul braccio e spalla, sulla parte bassa dell’addome, ma non sul seno

Per evitare che la pelle si irriti, ogni volta che si applica un cerotto nuovo è consigliabile cambiare zona

Il primo cerotto va applicato il primo giorno del ciclo, lo si cambia una volta alla settimana, e dopo 3 settimane di fa una settimana di pausa senza cerotto. 

Cosa fare si il cerotto si stacca

Occasionalmente ed accidentalmente il cerotto anticoncezionale potrebbe staccarsi. Vediamo dunque cosa fare a differenza dei casi.

Se Il cerotto anticoncezionale si stacca durante la prima settimana d’utilizzo, e fossero trascorse più di 24 ore dal momento della rimozione accidentale, è consigliabile iniziare un ciclo nuovo ed utilizzare un metodo contraccettivo barriera (preservativo). L’efficacia del cerotto, infatti, potrebbe essere compromessa.

Se Il cerotto si stacca nella seconda/terza settimana dal momento della prima applicazione e sono trascorse meno di 48 ore dal distacco, allora si potrà applicare un nuovo cerotto transdermico per mantenere la stessa efficacia contraccettiva.

Le probabilità di un distacco accidentale del cerotto, si aggirano intorno al 2%. 

Nel caso ciò dovesse accadere, il cerotto va sostituito con uno nuovo, ed è assolutamente sconsigliato cercare di attaccare nuovamente quello danneggiato.

Effetti collaterali

Chi utilizza il cerotto transdermico come metodo contraccettivo, potrebbe soffrire di cefalea, nausea e tensione mammaria. Effetti collaterali uguali a quelli della pillola anticoncezionale

Controindicazioni

Anche in questo caso sono le stesse della pillola. Anche se vomito o diarrea non rischiano di compromettere l’effetto del cerotto, i farmaci che vengono smaltiti tramite il fegato possono interferire.

Consigli utili per utilizzare al meglio il cerotto
  • Se non si usava nulla nel ciclo precedente, mettere il primo cerotto il primo giorno della mestruazione e seguire le istruzioni sopra scritte. Funziona da subito ma, se si comincia dopo il primo giorno, per 7 giorni bisogna usare un altra precauzione contraccettiva (profilattico).
  • Nel caso in cui si prendeva una pillola con due ormoni, mettere il primo cerotto il primo giorno della mestruazione o se si ritarda, usare un’altra precauzione per i primi 7 giorni. Se sono passati più di sette giorni dall’ultima pillola, attendere la prossima mestruazione. Se non c’è la mestruazione, farsi controllare prima di mettere il cerotto.
  • Se si prendeva una pillola con un solo progestinico, cominciare subito ma usare un’altra precauzione nei primi 7 giorni.
  • Dopo un aborto è possibile cominciare il giorno stesso senza ricorrere a misure supplementari.
  • Dopo un parto, se non si allatta, attendere 4 settimane, usare un’altra precauzione sia prima che nei 7 giorni dopo l’applicazione del cerotto. L’uso di contraccettivi combinati è in genere sconsigliato durante l’allattamento.
Cerotto anticoncezionale e aumento di peso

La credenza secondo cui l’utilizzo del cerotto anticoncezionale farebbe ingrassare dev’essere sfatata. Il il cerotto contraccettivo, infatti non incide né sull’aumento di peso, né tantomeno sulla formazione/aumento di cellulite.

È possibile che avvenga un lieve aumento ponderale di appena 300/500 grammi durante le tre settimane d’applicazione del cerotto.

Un aumento quasi fittizio, se si considera che durante i sette giorni di sospensione il peso ritorna come prima. Questa oscillazione sembra essere dovuta sia alla presenza del progestinico “innovativo”, la norelgestromina, sia al dosaggio ormonale particolarmente basso.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.