CONDIVIDI

Carlo Alberto Di Micco è uno dei protagonisti dell’undicesima edizione di Amici, sicuramente uno dei più talentuosi elementi della classe di quest’anno. Pupillo della maestra Grazia Di Michele, spicca tra gli altri, non solo per la splendida voce e per i suoi capelli ricci, ma anche per il suo carattere: da subito si è capito che Carlo non ha peli sulla lingua e non ci pensa due volte a dire ciò che pensa. Sa il fatto suo e raramente si riesce a fargli cambiare idea, tant’è che è stato più volte etichettato come presuntuoso, da Rudy Zerbi in primis, tra i due non scorre infatti buon sangue.

Nelle ultime ore abbiamo però scoperto qualcosa su Carlo Alberto di cui non eravamo a conoscenza. La madre adottiva, la signora Clara Di Micco, ha rilasciato un’intervista a Dipiù, svelando alcuni retroscena della vita del figlio, fino a quel momento sconosciuti al pubblico.

“Il 14 aprile dell’anno scorso, due mesi prima che mio figlio facesse il primo provino per entrare ad Amici, suo papà se n’è andato. Si chiamava Biagio, ha perso la sua lotta contro un male incurabile” racconta la madre di Carlo “Non voglio che questo racconto risulti patetico. Mio figlio non vuole che si dica di più, non vuole approfittare di quello che gli è capitato, del grosso dolore che ha dentro. Non vuole che la gente gli dica ‘Poverino Carlo’.”

Dopo la scomparsa del padre, Carlo non voleva più tentare di entrare nel programma di Maria De Filippi, ma la madre l’ha spinto a provarci, a non rinunciare al suo sogno “Era la sua strada e volevo che la percorresse fino in fondo. Gli ho detto ‘Vai, Carlo e fatti valere’. Lui non voleva più andare da nessuna parte, sono io che mi sono imputata.”

Poi parla dell’adozione “Aveva solo tre mesi quando è entrato nella vita mia e di mio marito. Siamo andati fino in Brasile a prenderlo. Quando abbiamo stretto tra le braccia il nostro pargoletto è stato il momento più bello della nostra vita. Aveva un viso splendido. Era bello, era proprio un bel bambino.”

Un ragazzo schietto che non ha paura di dire la sua, qualsiasi persona abbia davanti “Lui ha sempre fatto della sincerità la sua bandiera. È sempre stato sincero nei suoi confronti e in quelli degli altri.”

La musica è la sua unica passione “Lui vive per la musica. Amava cantare sin da piccolino, lo faceva in casa mentre ascoltava le canzoni nel mangianastri.”

Prima di approdare ad Amici, Carlo ha fatto tanto altri concorsi “Veniva a casa e ci mostrava la locandina chiedendoci se poteva partecipare a quel concorso. Vederlo cantare era la cosa più bella che ci potesse capitare, ancora oggi sentirlo cantare mi emoziona profondamente, mi fa sentire meno sola da quando mio marito non c’è più.”

4 COMMENTI

  1. Sei bellissimo o capito che la vita ti a dato molto dolore e anche gioa la tua canzone niente piu forte di te e troppo bella e le canzone che sono per te anche perdere l,amore carlo fa ti vedere chi sei fai scadenare quello che ce in te sei numero 1 baccio fortissimo franca angela sacha

  2. ma il padre di carlo che si chiamava biagio e che è morto il 14 aprile
    per una lotta contro un male incurabile come persona come era bello o bono con occhi azzurri a che ora è morto come era la bara che sopra alla bara cera la cornice con la sua foto ma biagio il padre addottivo di carlo è morto con gli occhi aperti o chiusi ma adesso il padre di carlo biagio è un fantasma che fa prendre vita a gli oggetti e che si muovono da soli ma
    biagio il padre adottivo di carlo e morto di notte o la sera

  3. Me lo immaginavo che Carlo fosse stato adottato! fin dal primo momento in cui l' ho visto io sono una mamma adottiva, ho due splendidi figli adottivi, una ragazzina italiana ed un bimbo vietnamita… SONO STATA SUBITO COLPITA DALLA GRADE SENSIBILITA' DI CARLO! i ragaizzi adottati sono più ricchi, hanno una sensiblità fuori misura, hanno dentro di sè un mondo così enorme che gli altri comuni ragazzi non si possono nemmeno immaginare. Mi sono sempre chiesta se fosse stato adottato, ma non ho mai avuto la risposta. Ho seguito Carlo, ammirando tutto di lui, e mostrando a mia figlia la sua intelligenza e la sua sensibilità, oltre che alla sua bravura e alla sua eleganza. Da quando poi mia figlia ha scoperto che ha frequentato il classico, che anche lei inizierà il prossimo anno, l' ammirazione nei suoi confronti è aumentata a dismisura. Ora che appreno che Carlo è stato adottato come i miei figli MI COMMUOVO. mi commuovo e dico viva l' adozione e viva questi splendidi ragazzi che all' improvviso arrivano meravgliosamente a riempire le nostre vite! MI PICEREBBE TANTO CONOSCERLA cara mamma di Carlo, mi piacerebbe tantissimo. Se vuole elaclaudio@alice.it è il mio indirizzo, mi chiamo Manuela. Complimenti a lei e al meraviglioso figlio che il destino le ha donato. Le sono vicina
    Manuela

  4. E PADRE E MADRE CHI TI CRESCE E IL GESTO PIU BELLO E L AMORE CHE VOI AVETE DATO A CARLO E IL SUO AMORE CHE CARLO A DONATO A VOI E IL FIGLIO CHE TUTTI VOREBBERO,CHE DIO LO BENEDICA E PROTEGGA OGNI ATTIMO DELLA SUA VITA ,IO NON HO FIGLI MA DURANTE LA VITA HO SEMPRE AIUTATO TUTTI I RAGAZZI SFRUTTANDDO LE MIE CONOSCENZE PENSANDO CHE SE AVREI AVUTO UN FIGLIO QUALCUNO MI AVREBBE POTUTO AIUTARE,MA CIO CHE MI CONSOLA QUANDO NON CI SARO PIU E QUANDO IL 2 NOVEMBRE SI VA AL CIMITERO A TROVARE I MORTI QUALCUNO PASSANDDO POTRA DIRE CHE HO FATTO DEL BENE ,CREDO CHE PER CARLO TU SIA LA MAMMA PIU DOLCE E BELLA DELLA SUA VITA AUGURI PER IL VOSTRO FUTURO E IL SUO PAPA DAL CIELO GLI SARA SEMPRE VICINO.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.