Vigili assenti a Roma: polemiche

83,5% dei vigili che dovevano lavorare il giorno di Capodanno era assente per malattia, donazione del sangue e disabilità: è quanto successo a Roma la notte di San Silvestro.

“Il servizio degli agenti della Polizia locale di Roma Capitale è stato garantito grazie al previdente ricorso all’istituto della pronta reperibilità, affinché si potesse disporre di un numero sufficiente di personale da impiegare nei servizi di viabilità finalizzati alla sicurezza stradale”, si legge nel comunicato del Campidoglio.

Assenze che sarebbero legate allo scontro dei giorni scorsi per questioni contrattuali “Il dato delle assenze per malattia e altre motivazioni è talmente rilevante numericamente da essere inequivocabile e inaccettabile. E poteva essere molto grave per la città di Roma – ha commentato il vicesindaco Luigi Nieri – Nessuno mai, e io per primo, mette in dubbio il legittimo diritto di sciopero per i lavoratori, altro è la mancata assunzione di responsabilità di fronte alla città e ai romani, in occasione di un appuntamento fisso, popolare e seguitissimo.”

Dura anche la reazione il comandante generale della polizia locale Raffaele Clemente “Non posso che stigmatizzare l’atteggiamento di quanti, tra i miei colleghi, hanno cercato di sabotare, con una diserzione numerica assolutamente ingiustificata, la festa popolare del Capodanno, cercando di mettere a repentaglio la sicurezza dei cittadini ma anche il buon nome dell’intero Corpo degli agenti della Polizia locale e della città di Roma.”

Il premier Matteo Renzi è intervenuto sulla questione “Leggo di 83 vigili su 100 a Roma che non lavorano ‘per malattia’ il 31dic. Ecco perché nel 2015 cambiamo regole pubblico impiego #Buon2015”, ha scritto poco fa su Twitter.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.