CONDIVIDI

I capelli scalati non tramontano mai perchè vanno sempre di moda.

Il punto di forza di questo taglio è la sua versatilità, può infatti adattarsi a tutti i tipi di capelli, lisci o ricci, più o meno folti, lunghi, medi o corti. Ognuno è libero di scegliere la scalatura che preferisce, normalmente questa parte da alcuni centimetri sotto la nuca, ma ovviamente si può decidere di farla iniziare anche più giù.

Leggerezza, volume, movimento, sono queste le principali caratteristiche del taglio scalato, ideale per chi possiede una chioma che tende ad appiattirsi. Addolcisce i lineamenti del viso, anche in quelli allungati o squadrati.

Ideale per chi vuole mantenere la lunghezza dei capelli e continuare a farli crescere, la scalatura alleggerirà la chioma, rendendola più ordinata e meno pensante, favorendo quindi una crescita migliore dei capelli.

Il taglio scalato può essere abbinato a una frangia compatta o sfilata, o a un ciuffo. Può essere raffinato ed elegante, oppure rock e alternativo, a seconda del tipo di scalatura che viene scelto. È infatti possibile creare un netto contrasto tra il dietro e il davanti, tagliandoli cortissimi sulla nuca e lasciando invece più lunghe le ciocche frontali, completando il tutto con delle meches da colori particolari, come il blu.

 

Capelli nuca scalata con olio d’argan e aceto di mele

Prendete nota dell’intruglio del giorno, la MASCHERA TINTA NO STRESS:
1 BICCHIERINO D’OLIO D’ARGAN
1 CACO MATURO
1 BICCHIERINO DI ACETO DI MELE
-Spelare il caco e ridurlo in poltiglia
-Mischiarlo con l’olio d’argan e l’aceto di mele
-Applicare sui capelli e lasciare in posa 20 minuti
-Risciacquare con acqua tiepida
L’Olio di Argan, ha proprietà lucidanti e si adopera come maschera nutriente perché ripara i capelli dall’interno, grazie agli omega 3 e alla vitamina E. (ha qualità emmollienti e idratanti ed è ottimo per le pelli secche oltre che per capelli sfibrati );

Il caco, oltre a essere un frutto di stagione, è ricco di vitamina C e di antiossidanti e quindi rimpolpa il capello sfibrato e infine l’aceto di mele aiuta a riequilibrare il livello del PH dei capelli, dona lucentezza ed elimina anche la forfora.

Questi consigli servono a rendere il vostro capello forte e vigoroso.
Non solo tendenze dettate dalla moda: i capelli sono belli se sono sani, se brillano, se si mostrano come pieni di salute.
Seguite passo passo questi passaggi che sono semplici e facilmente riproducibili a casa.

L’aceto di mele darà lucentezza al cuoio capelluto mentre l’olio d’argan li rinforzerà rendendoli sani e resistenti.

Come trattare i capelli sfibrati

È un trattamento bifasico, cioè va fatto in due tempi. Prima si mette l’olio d’oliva tiepido su tutte le lunghezze. S’impacchettano con la pellicola trasparente o con una cuffietta di plastica tipo quelle che si trovano negli alberghi e si lascia agire per 20 minuti. Poi si sciacqua tutto con uno shampoo al quale abbiamo aggiunto una tazzina di caffè ovviamente non bollente. Massaggiate per 5 minuti, sciacquate e terminate con un ultimo shampoo molto leggero. Già dal primo trattamento vedrete i vostri capelli rigenerati! L’olio d’oliva nutre i capelli e li rende più sani e forti. Va usato tiepido perché in questo modo l’assorbimento da parte del capello è più facile Il caffè aiuta i capelli castani ad assumere dolcissime sfumature naturali. Inoltre, per una maschera rinforzante, che avrà effetti positivi anche sulla forfora, si può massaggiare il cuoio capelluto con un fondo di caffè.

Capelli : i miti da sfatare

I capelli sono da sempre simbolo di femminilità e seduzione. Ogni donna ha il suo taglio e colore preferito, perfettamente in linea con i suoi gusti e la sua personalità. C’è chi opta per uno stile classico, chi porta lo stesso taglio da anni e chi invece segue la moda del momento e ama cambiare per dare sempre una ventata di novità al suo look.

Sui capelli ci sono dicerie e luoghi comuni, ma non tutti hanno un fondo di verità. Non sempre i consigli che riceviamo sulla nostra chioma devono essere realmente presi in considerazione. Molte, infatti, sono credenze tramandati di madre in figlia ma prive di corrispettivi nella realtà.

Quante volte vi sarà capitato di sentirvi ripetere “Se vuoi che i capelli ti crescano più in fretta, devi tagliarli più spesso”. Le cose stanno realmente così? In realtà, non c’è nessuna prova che avvalori tale affermazione. Tagliare frequentemente i capelli permette solo di eliminare la parte rovinata e sfibrata, consentendo così alla chioma di avere un aspetto più bello e sano.

Ma sono davvero tante le dicerie false sui capelli. Healt.com ne ha raccolte alcune:

Dicerie sui capelli
  • Tinta : l’effetto nocivo è legato alla qualità del prodotto utilizzato. Meglio evitare il fai da te e affidarsi ai professionisti. E in gravidanza? Il pericolo per il feto non viene dalla tinta in sé ma dalla presenza di ammoniaca.
  • Capelli bianchi: “se ne strappi uno, te ne cresceranno altri”. E perché dovrebbe succedere? Si tratta di una pura leggenda metropolitana. La prova sta nel fatto che, pur lasciando lì dov’è il primo capello bianco, presto ne troverete degli altri.
  • Shampoo: la caduta dei capelli può essere legata allo shampoo? No, la causa è da ricercare nello stress, nel cambio di stagione, nell’alimentazione. Meglio parlarne con il medico.
  • Spazzola: la credenza popolare vuole che spazzolare a lungo i capelli li renda più belli. In realtà, tende a spezzarli e a rovinarli.
  • Prodotti specifici: per avere capelli sani e robusti non sono sufficienti i prodotti che troviamo in commercio. La salute dei capelli passa innanzitutto dalla tavola.
  • Asciugatura: il phon tende ad aggredire i capelli, è vero, ma ciò accade se lo si usa con aria troppo calda ed eccessivamente vicino al cuoio capelluto. Al di là di questo, è sicuramente vero che asciugare i capelli all’aria è il metodo migliore, ma è necessario avere a disposizione molto tempo.
  • Cambio shampoo: “Non usare troppo a lungo lo stesso prodotto”, altra diceria molto diffusa. Non c’è nessuna controindicazione a utilizzare sempre lo stresso shampoo, a meno che non si voglia una maggiore morbidezza, lucentezza o profumazione.
  • Shampoo e schiuma: se lo shampoo fa tanta schiuma non significa che lava meglio. Imparate a leggere le etichette dei prodotti che acquistate, perché potrebbero contenere sostanze irritanti per la cute.
  • Oli: non tutti gli oli creano o intensificano l’effetto grasso. Quelli di Argan ad esempio, dona lucentezza ai capelli opachi.
  • Cappello: è vero che fa cadere i capelli? Come detto in precedenza, la caduta è da ricondurre ad altre cause.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.