CONDIVIDI

Il RIFLESSANTE non dà una copertura al 100% e quindi va bene per chi non ha tanti capelli bianchi.
Il COLORE, invece, ci permette di coprire i capelli bianchi in maniera più decisa e di modificare il colore di base fino a 4 toni.

Infine con la tecnica di oggi si può decidere di schiarire solo il contorno del viso, oppure il contorno e le lunghezze con un colore scelto in base al colore di partenza per armonizzare il tutto o, per le più stravaganti, anche con dei colori più intensi o accesi.
Nel caso del fai da te, non possiamo passare da un colore molto scuro ad uno molto chiaro: se andiamo a schiarire in modo dolce, utilizzando un rivelatore con un basso volume, il capello tenderà meno all’arancio; se invece utilizziamo rivelatori con volumi troppo alti rischiamo di scioccare troppo il capello e di creare pasticci.
Dobbiamo stare attente, soprattutto se partiamo da un capello colorato molto scuro come quello di Simona, che la base sia uniforme dalla radice alle lunghezze perché altrimenti rischiamo di avere una schiaritura non sfumata nel modo corretto.
riflessante
Applicate il prodotto nella parte centrale della coda, andando dall’alto verso il basso. Dobbiamo fare un movimento molto dolce e delicato come se stessimo pettinando la coda per chiudere la squama e far sì che il colore si depositi solo in maniera superficiale.

Le codine fatte a Simona sono il segreto per ottenere un effetto più naturale delle schiariture: un po’ come quando torniamo da un mese al mare e abbiamo i riflessi del sole sui capelli.

Inoltre, con questa tecnica abbattiamo il problema della ricrescita:
perché, non toccando la parte superiore del capello, riusciamo a schiarire in modo naturale e a non avere il problema della ricrescita.

Così, a meno che non ci siano capelli bianchi e abbiamo bisogno di fare prima il colore in radice, possiamo ripetere questa tecnica ogni 2/3 mesi.

COME APPLICARE LA TINTA SUI CAPELLI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.