Cane Corso: aspetto e carattere

Il cane Corso è discendente diretto dell’antico molosso romano, il suo nome deriva dal latino “cohors” che significa “protettore, guardiano delle masserie”. Per secoli è stato infatti impiegato, e lo è tutt’ora, per proteggere proprietà private. In questa pratica è considerato il più affidabile, a pari merito con il Mastino Napoletano. È stato inoltre utilizzato per la difesa personale, per sorvegliare il bestiame, per la caccia alla grossa selvaggina e in guerra come cane da combattimento.

Ha un temperamento tenace ma anche pacato, leale e protettivo. Sa essere molto affettuoso con il suo padrone e tende ad attaccarsi talmente a lui da finire per essere influenzato dal suo umore. È intelligente e discreto: non gli sfugge nulla di quello che lo circonda.

Ha un carattere malleabile, adattabile ai vari compiti che il padrone può assegnarli. Se lo si tratta come cane da compagnia, sarà affabile e buono con tutti. Se lo si addestra come cane da guardia, mostrerà il suo temperamento forte. Può essere ostile verso altri cani, sopratutto se grandi e dello stesso sesso.

È un cane dalla taglia medio-grande e dalla muscolatura potente. Ne esistono di diversi colori: nero, grigio piombo, grigio ardesia, grigio chiaro, fulvo chiaro, rosso cervo, fulvo scuro, tigrato.

Oggi si è mantenuto solo in Puglia e nelle regioni limitrofe dell’Italia meridionale, nell’antichità era presente in tutta Italia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.