CONDIVIDI

Raddoppiano i filoni delle inchieste: Raggi indagata anche per il caso Romeo con conseguente aumento dei sospetti nei suoi confronti.

Raggi indagata anche per il caso Romeo

Dopo le indagini avviate su Salvatore Romeo, il cosiddetto uomo delle polizze, per abuso d’ufficio ora tocca nuovamente alla sindaca Raggi finire sotto le lenti della magistratura.

Romeo, infatti, si era dimesso dal suo ruolo di funzionario del Comune ed è poi stato riassunto con uno stipendio triplicato. 

L’inchiesta della Procura si allarga e attualmente la situazione più grave sembra quella di Raffaele Marra, arrestato il 16 dicembre con l’accusa di corruzione.

Terzo capo d’accusa per la sindaca

Per Virginia Raggi, invece, quello di abuso d’ufficio è il terzo capo d’accusa nella nomina dell’ex Capo della Segreteria dopo il procedimento con due accuse (abuso d’ufficio e falso) per la nomina dei fratelli Marra. 

Ciò che è contestato alla Raggi è la delibera firmata nell’agosto 2016 con la quale decretò la nomina di Romeo.

Ciò che le indagini vogliono chiarire è anche lo stipendio. Nella delibera, infatti, non si parla di nessuna cifra ma vi sono solo riferimenti legislativi che comunque non ne rendono chiaro l’ammontare.

Secondo la Procura, inoltre, la delibera non venne inviata al Gabinetto affinché ne verificasse la legittimità. E’ proprio questo fatto che porterebbe all’abuso d’ufficio contestato alla Raggi.

Momento difficile per tutto il Movimento

Nonostante le rassicurazioni e le parole di vicinanza questo è sicuramente un momento difficile per tutto il Movimento 5 Stelle. Le vicende giudiziarie sono pesanti e la sindaca ha già ricevuto due avvisi di garanzia. 

Paolo Berdini: “Raggi impreparata”

L’ambiente capitolino è reso incandescente anche dalle dichiarazioni dell’assessore all’urbanistica della capitale. 

Paolo Berdini, infatti, ha dichiarato che la Raggi “sembra inadeguata al ruolo che ricopre” e purtroppo si è messa intorno le persone sbagliate.

Infine ha detto la sua anche Di Maio, puntando il dito contro tutti quei giornalisti che secondo lui sono impegnati solo nel fare una campagna diffamatoria nei confronti dei 5 Stelle in questo momento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.