CONDIVIDI

Frutta. Ogni frutto ha la propria stagione, considerazione da non sottovalutare perchè scegliere la frutta nel periodo giusto garantisce la  freschezza del prodotto.

Alcuni frutti vengono prodotti in determinati periodi dell’anno e al di fuori di questi, potrebbero perdere le loro proprietà nutrizionali.  Per esempio le arance si dovrebbero trovare nei mesi invernali fino a maggio, il mandarino fino a marzo circa, le fragole da aprile in poi.

Scegliendo i prodotti  di stagione riusciremo  a nutrirci in maniera  sana,  naturale e a godere pienamente dei sapori. La tabella qui sotto indica i periodi migliori per scegliere i prodotti della natura.

frutta

Perchè mangiare frutta fa bene

Avete proprio voglia di un bel frutto per lo spuntino di questo pomeriggio. Quelle pesche succose che avete appena comprate vi aspettano nella vostra cucina. Ma vi sorge un dubbio: bisognerà sbucciarle? La frutta va mangiata con o senza la buccia?

La polpa della frutta ha da sola ottime proprietà nutrizionali, tra acqua, sali minerali e vitamine. Vero è però che nella buccia, quando è commestibile, sono contenuti spesso componenti bioattive utilissime per la nostra salute, che sarebbe un peccato sprecare, come le fibre. Vi preoccupano i residui dei pesticidi utilizzati durante la coltivazione?

In materia di agrofarmaci la legislazione europea e quella italiana sono molto severe e dettano un tempo limite, prima della raccolta, in cui l’agricoltore deve sospendere ogni tipo di trattamento, anche per prodotti non biologici. Questo tempo è sufficiente perché qualsiasi possibile residuo venga disperso. Inoltre vengono effettuati controlli frequenti e regolari sui prodotti in vendita per assicurarsi che siano al di sotto dei limiti di sicurezza stabiliti per legge, entro i quali si ha la certezza che non ci possano essere danni per l’uomo.

Quando si vuole mangiare la frutta con la buccia, bisogna piuttosto assicurarsi di lavarla con cura per eliminare i microorganismi come muffa e batteri, che potrebbero creare problemi per la nostra salute. Fanno eccezione alcuni tipi di frutta, come gli agrumi, che possono subire trattamenti per renderli più lucenti e duraturi. In questi casi, per sapere se possiamo utilizzare la buccia, basta affidarsi all’etichetta e cercare la dicitura “buccia non commestibile/edibile”.

Post Fb della dott.ssa nutrizionista Rita Rotili

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.