CONDIVIDI

kyenge-calderoli

“Quando la vedo non posso non pensare a un orango”. Questa è l’ultima frase razzista detta dal Leghista Calderoli nei confronti del Ministro all’integrazione Cécile Kyenge di origine Congolese.

Si sta scatenando una vera e propria bufera contro l’ex Ministro Roberto Calderoli dopo la sua provocazione nei confronti dell’attuale Ministro all’integrazione Kyenge dopo la sua visita a Bergamo.

Calderoli si sarebbe sfogato in questo modo alla festa del partito leghista davanti a 1500 persone e aggiunge: «Fa bene a fare il ministro, ma forse lo dovrebbe fare nel suo Paese. È anche lei a far sognare l’America a tanti clandestini che arrivano qui»

8 COMMENTI

  1. bah almeno c'è anche qualche opinione contro di lei visto che sono tutti buonisti e la stimano senza neanche conoscerla.
    ma che vada nel suo paese a fare il ministro, che già i nostri non ci rappresentano… non si trova lavoro i prezzi crescono le imprese falliscono e noi pensiamo solo all'integrazione degli immigrati…
    poveracci mi dispiace che stiano male ma se gli vogliamo fare un favoe invece di integrarli potremmo evitare di fare armi e buttarle nelle parti più guerigliere dell'africa, e iniziare a non appoggiare più gli stati che li impoveriscono.

  2. tutti qua a rompere il cazz………………neri gialli marroni……………ognuno dice la sua e noi? ma mandiamoli al loro paese faceva bene MUSSOLINI………………………………….

  3. Dire che l'immigrazione in Italia va gestita meglio come in svizzera o Australia..mi pare una cosa giusta.. Visto che non troverebbero mai lavoro tutti questi immigrati..per non parlare die clandestini.. Ma offendere un essere umano per i tratti somatici o l'origine e' vergognoso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.