Con il termine brufoli si fa riferimento ad una manifestazione dermatologica dettata da una serie di rilievi cutanei.

Dal colore rosa acceso, i brufoli possono contenere sebo o pus, a seconda della tipologia.

Tuttavia, queste imperfezioni cutanee sono molto frequenti negli adolescenti (specialmente sul viso) per una questione ormonale.

Oggi però, vogliamo parlarvi dei brufoli sul corpo. Essi colpiscono le persone di qualsiasi età e spesso si rivelano un indice di salute.

Ovviamente, questo aspetto non deve allarmare in maniera eccessiva.

Nella maggior parte dei casi, la loro presenza è la conseguenza di una pelle grassa e che produce eccesso di sebo.

Raramente però, può capitare che fungano da sentinella per alcune piccole patologie o scompensi dell’organismo.

Allo stesso tempo, ci teniamo a precisare che tutto ciò che è presente in questo articolo non va a sostituire in alcun modo il supporto di un dermatologo o di una qualsiasi altra figura esperta nel settore.

Brufoli sul corpo tipologie

Per prima cosa, bisogna dire che i brufoli sul corpo non sono tutti uguali, poiché possono differire in termini di colore, di consistenza e/o di grandezza.

Tuttavia, le tipologie esistenti colpiscono varie zone, come ad esempio:

  • Gambe
  • Spalle
  • Collo e petto
  • Pancia
  • Glutei
  • Gomiti
  • Braccia

Scopriamo insieme le varie differenze dei brufoli e cosa indicano in termini di salute!

Brufoli sulle gambe

I brufoli sulle gambe possono essere correlati ad una serie di motivazioni, dalle più blande alle più complesse.

Ad esempio, nel caso delle donne, potrebbe trattarsi di una reazione cutanea avvenuta in seguito alla depilazione, effettuata con la ceretta o con il rasoio.

Se la procedura di bellezza non dovesse c’entrare nulla, allora è probabile che sia una questione legata ad una reazione nei confronti di un farmaco, ad una carenza di vitamine, un’allergia o un’intolleranza.

Pertanto, si consiglia di effettuare alcuni esami clinici o una semplice visita medica, per togliersi ogni tipo di dubbio. 

Brufoli sulle spalle

Solitamente, quando si possiedono i brufoli sulle spalle, è perché si ha una pelle molto grassa.

Di conseguenza, per poter ridurre la loro presenza, si consiglia di applicare una crema corpo esfoliante una volta a settimana e di curare l’alimentazione.

Ciò significa, che sarà necessario assumere meno cibi ricchi di grassi (come ad esempio gli insaccati) o di zuccheri (dolci, caramelle, bibite gassate).

Nel caso in cui questi provvedimenti non dovessero apportare alcun cambiamento, è probabile che si tratti di un problema legato alla digestione o a un’altra patologia ignota.

Brufoli su collo e petto

Quando una persona presenta diversi brufoli sul collo e sul petto, è difficile comprenderne bene le cause.

Potrebbe trattarsi di uno scompenso ormonale, così come di un’allergia.

Nei casi più lievi, i brufoli sul collo e sul petto sono legati ad una questione psicologica e dunque di stress

Pertanto, cercate di allontanare dalla vostra vita tutto ciò che potrebbe destarvi preoccupazioni.

Ma per sicurezza, effettuate un controllo dermatologico, al fine di comprenderne al meglio le cause. 

Brufoli sulla pancia

I brufoli sulla pancia, così come quelli sulla gamba, potrebbero essere spesso una conseguenza di una depilazione (ceretta o rasoio).

Talvolta però, è probabile che queste reazioni cutanee siano correlate a dei virus intestinali, o provenienti da altre zone del corpo.

Nel peggiore dei casi (ma allo stesso tempo i più rari) i brufoli sulla pancia indicano valori sballati, in termini di zuccheri e globuli rossi.

Di conseguenza, si consiglia vivamente di effettuare degli esami clinici, così da poter valutare al meglio il tutto.

Ma come vi abbiamo detto in precedenza, quasi sempre non destano alcun tipo di preoccupazione. 

Brufoli sui glutei

I brufoli sui glutei, sono una delle reazioni cutanee più diffuse in assoluto.

Questo perché ci sono tanti motivi che portano al loro insorgimento, come ad esempio il sudore, i farmaci, ereditarietà, dermatite e il fatto di stare molto tempo seduti o a contatto con tessuti sintetici.

Oppure, in alcune persone la presenza dei brufoli sui glutei, potrebbe essere conseguenza di una scarsa igiene o uno scompenso ormonale

Specialmente nelle donne, è probabile che spuntino durante la gravidanza, la menopausa o con il ciclo mestruale. 

Pertanto, non si associano quasi mai ad un problema serio di salute, a meno che non dovessero essere in quantità esagerate.

Brufoli sui gomiti

I brufoli sui gomiti, a differenza dei precedenti, si associano facilmente a delle patologie.

Ovviamente, parliamo di problematiche di media entità e che non compromettono in alcun modo lo stato di salute della persona.

Ad esempio, in alcuni soggetti i brufoli sui gomiti compaiono come reazione cutanea in vista di dermatite, psoriasi o un qualsiasi tipo di reazione allergica.

Ciò ci fa ben intendere che molto probabilmente ci sia di base un problema alimentare, che non va di certo sottovalutato.

Per poter porre rimedio o comunque cercare di individuare le cause scatenanti, si consiglia di sottoporsi a degli esami allergici e legati alle intolleranze.

Brufoli sulle braccia

Talvolta, può succedere che non siano soltanto i gomiti ad essere ricoperti di brufoli, ma anche le braccia.

Quando quest’ultime presentano tali manifestazioni dermatologiche, non bisogna quasi mai preoccuparsi.

Specialmente se i soggetti in questione sono giovani o adolescenti: a quell’età, è normalissimo avere i brufoli su viso e corpo,anche perché si è in piena fase di pubertà.

Per quanto riguarda gli adulti invece, i motivi sono principalmente due: o si tratta di un problema di cute eccessivamente grassa o qualche intolleranza.

Nel primo caso, come vi abbiamo già detto in precedenza, vi basta applicare un prodotto esfoliante una o due volte settimana e un tonico quotidianamente.

Oppure, modificare le proprie abitudini alimentari, cercando di ridurre notevolmente l’assunzione di alimenti ricchi di zuccheri o grassi.

Se invece la responsabile dovesse essere un’allergia, allora è importante consultare il medico di fiducia o comunque una figura esperta nel settore.

Quest’ultima, saprà indicarvi il cibo da eliminare o eventualmente la cura farmacologica da seguire.

Infine (e non per ordine di importanza) c’è l’eventualità che i brufoli sulle braccia siano sinonimo di celiachia.

Ovviamente, sarà necessario effettuare delle analisi approfondite e non procedere in alcun modo con diete fai da te.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.