La band musicale Gurizada Fandangueira,  potrebbe essere accusata di omicidio colposo  per  l’incendio che ha causato 233 morti e oltre 100 feriti nella discoteca  brasiliana Kiss di Santa Maria. E’ stato reso noto da uno dei responsabili dell’inchiesta.  La stessa accusa potrebbe essere mossa verso i due proprietari del locale.

Sembra infatti che la discoteca non era in regola con le misure di sicurezza ed i permessi. A scatenare le fiamme un razzo pirotecnico lanciato da uno dei musicisti. In segno di lutto è stata annullata la cerimonia prevista per oggi a Brasilia per i 500 giorni dai Mondiali 2014. Ci saranno tre giorni di lutto nazionale.

Dopo lo scoppio dell’incendio  il cantante della band che si stava esibendo sul palco ha provato a spegnere le fiamme con un estintore, ma non funzionava. Questo è quanto raccontato dal chitarrista del gruppo, Rodrigo Martins, nell’intervista di  Radio Gaucha. La band Gurizada Fandangueira, che suona un mix di diversi generi di musica brasiliana, aveva cominciato a suonare alle 2.15, racconta Martins,  “avevamo suonato circa cinque canzoni quando ho guardato in alto e ho visto che il soffitto stava bruciando”.

“E’ possibile che sia stato a causa dello Sputnik, la macchina che usiamo per creare un effetto luminoso con delle scintille, non fa nulla, non abbiamo mai avuto problemi”, ha continuato il chitarrista. “Quando l’incendio e’ cominciato una guardia ci ha passato un estintore e il cantante ha provato a usarlo ma non funzionava”.  Tra i morti c’e’ un membro del gruppo, il 28enne Danilo Jacques, che suonava la fisarmonica; gli altri cinque sono riusciti a salvarsi.

brasile strage kiss

3 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.