Cos’è il blocco di branca destra

Per battere correttamente, il tessuto del cuore conduce gli impulsi elettrici in tutto il muscolo secondo uno schema regolare. Tuttavia, se un’area di questo schema è bloccata vicino ai ventricoli del cuore, l’impulso elettrico deve viaggiare leggermente più a lungo per raggiungere il punto finale; e ciò rende più difficile al cuore pompare sangue in tutto il corpo.

Questa patologia si chiama proprio blocco di branca destra, perché vi è un problema con il ramo destro del sistema di conduzione che invia il segnale elettrico al ventricolo destro. Il segnale elettrico non può percorrere questa strada come farebbe normalmente in quanto viene appunto bloccato.

Il segnale raggiunge comunque il ventricolo destro, ma viene rallentato rispetto al fascio di sinistra. Per questo motivo, il ventricolo destro si contrae un po’ più tardi di quanto normalmente farebbe.

Quindi riassumendo possiamo dire che il blocco di branca destra è un blocco di impulsi elettrici al ventricolo destro del cuore.

Quali sono i sintomi?

Il blocco di branca destra non sempre causa dei sintomi. In effetti alcune persone lo hanno per anni senza mai rendersene conto. Per altre persone invece, accusano dei sintomi che possono variare a seconda della gravità del blocco.

I sintomi più comuni accusati da chi soffre di questa patologia sono:

  • Vertigini,
  • Lipotimia (sensazione di improvvisa debolezza, non accompagnata dalla completa perdita dello stato di coscienza),
  • Svenimento

Nei casi più gravi della malattia poi si possono accusare anche: cianosi, difficoltà respiratorie e convulsioni.

Cause del blocco di branca destra

Il blocco di branca destra si verifica come conseguenza di malattie cardiologiche e polmonare già esistenti come per esempio:

  • Malattie cardiache da ipertensione
  • Malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO)
  • Coagulo di sangue nei polmoni (embolia polmonare)
  • Insufficienza cardiaca destra
  • Malattia del muscolo cardiaco (cardiomiopatia)
  • Infiammazione di una membrana che circonda il cuore (miocardite)
  • Attacco di cuore
  • Cardiopatia congenita
  • Procedure interventistiche o chirurgiche sul cuore

Tutte queste condizioni aumentano il rischio di blocco di branca destra. A volte, tuttavia, il blocco di branca destro può manifestarsi anche da solo, pure se il cuore risulta essere strutturalmente normale. In questi casi però i ricercatori non hanno ancora individuato bene quale sia la causa del blocco di branca destra.

Come viene diagnosticato il blocco di branca destra?

Il medico può diagnosticare un blocco di branca destro con l’aiuto di un elettrocardiogramma (ECG). Questo test fornisce informazioni sul sistema elettrico del cuore. Le persone spesso scoprono di avere il blocco di branca giusto quando si sottopongono ad un ECG per qualche altra ragione. Un medico generico o un cardiologo potrebbero dunque facilmente diagnosticare il problema.

Oltre all’ECG, lo specialista potrebbe richiedere poi altri test come ad esempio un ecocardiogramma per esaminare il flusso di sangue nel movimento cardiaco, ed anche un test per la salute ed il funzionamento polmonare.

Come viene trattato il blocco di branca destra?

Nelle persone che non soffrono di nessuna malattia cardiaca, il blocco di branca destra non sembra avere un effetto significativo sulla mortalità, dunque potrebbe non essere necessaria alcun tipo di cura.

Invece nel caso in cui si è affetti da un’altra patologia cardiaca, il medico potrebbe suggerire di trattare la causa sottostante. Se invece il blocco di branca destro è stato causato da un attacco di cuore, allora in quel caso si potrebbe aver bisogno di un pacemaker. Questo è un dispositivo che emette elettricità ed aiuta il cuore a mantenere un ritmo costante.

Se si soffre di pressione alta, lo specialista potrebbe prescrivervi dei farmaci per tenere sotto controllo sia la patologia che la pressione.

Mentre il trattamento della condizione sottostante potrebbe non eliminare completamente il blocco di branca destro, può ridurre la gravità di esso e prevenire danni futuri.

Come gestire il blocco di branca destra

Il vostro medico curante di sicuro potrà darvi indicazioni più dettagliate su come va gestita questa patologia. A volte potrebbe essere necessario apportare modifiche allo stile di vita, come perdere peso, smettere di fumare o migliorare la dieta.

Inoltre è anche molto importante monitorare costantemente i sintomi. Assicuratevi quindi di consultare regolarmente un medico anche se la malattia dovesse risultare asintomatica.

Se poi doveste riscontrare sintomi gravi come dolore al petto, sincope (svenimento) o grave mancanza di respiro, o notate la presenza di nuovi sintomi, rivolgetevi immediatamente al medico

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.