CONDIVIDI

Amatrice si conferma il paese più colpito dal sisma dello scorso 24 persone con 233 morti. Attualmente stanno proseguendo ancora gli scavi per il recupero di ulteriori vittime e le ricerche sono per lo più incentrate nella zona in cui sorgeva l’Hotel Roma. La Protezione Civile ha dichiarato inoltre che della vecchia Amatrice non è rimasto nulla da salvare. Nello stesso paese del reatino un’operazione della Polizia di Roma ha portato all’arresto di due pregiudicati calabresi per sciacallaggio.

Sale invece a 50 il numero delle vittime marchigiane poiché un anziano che era rimasto ferito nel crollo della sua casa è deceduto in ospedale. Sempre dalla zona delle Marche colpita dal sisma, il sindaco di Arquata Petrucci ha chiesto aiuto in modo da garantire ai bambini e ai ragazzi di poter tornare a scuola proprio ad Arquata del Tronto per non far allontanare le persone dal loro paese.

Il Presidente del Senato Piero Grasso, presente oggi nelle zone colpite ha chiesto che alla solidarietà di questi giorni corrisponda anche l’impegno della politica. Pur avendo visto un Paese solidale, Grasso ha ribadito che è ora fondamentale prestare attenzione agli speculatori per non incorrere in ulteriori danni. I tempi per la ricostruzione devono anche essere rapidi perché in quelle zone gli inverni sono piuttosto freddi e già in questi giorni si parla di un’escursione termica di 20 gradi. Anche il Presidente della Repubblica, ringraziando i soccorritori, ha ribadito che è fondamentale ricostruire i luoghi simbolo della comunità come scuola, chiesa e case.

Per la giornata di oggi, sabato 27 agosto, è stata indetta una giornata di lutto nazionale. Nella mattinata di oggi ad Ascoli Piceno si sono svolti i funerali delle 35 vittime marchigiane del sisma alla presenza di tutte le più alte cariche dello Stato. Il vescovo D’Ercole, nel corso dell’omelia, ha invitato la popolazione a non perdere il coraggio poiché ora è il momento della speranza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.