fino a 50 euro al mese se vai al lavoro in bici

In Emilia-Romagna si è pensato di attuare delle misure innovative e a favore dei cittadini, in vista della fase 3 del Covid-19.

L’ultima novità riguarda il bike to work, ossia la possibilità di ricevere un bonus fino a 50 euro al mese se vai al lavoro in bici.

Un’iniziativa niente male che riuscirebbe a promuovere ancor di più l’utilizzo delle biciclette nella regione.

Tale progetto si rivolge principalmente a tutti i comuni con meno di 50 mila abitanti ed è stato indicato proprio nel Decreto Rilancio (firmato la scorsa settimana dal Governo).

Andando nel dettaglio, si parla di finanziamenti che non passano di certo indifferenti. Infatti, è previsto fino al 70% di sostegno per la realizzazione di corsie specifiche per questo mezzo di trasporto.

Pertanto, si includono le piste ciclabili e tutte le misure di sicurezza anti furto. Insomma, per far sì che si verifichi un incremento delle bici, sarà necessario preparare per bene tutte le misure annesse.

Ma non è tutto. Si vociferano anche dei rimborsi che possono raggiungere il 60%, legati all’acquisto di bici e non solo (ad esempio anche monopattini elettrici). Ciò è valido per tutti i cittadini italiani appartenenti ai comuni del Pair esclusi dal bike to work precedentemente citato.

Il PAIR include tutte le misure legate al risanamento della qualità dell’aria, con lo scopo di ridurre i livelli degli inquinanti sul territorio regionale e rientrare nei valori limite fissati dalla Direttiva 2008/50/CE e dal D. Lgs 155/2010.

Ecco la lista dei comuni aderenti:

Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Carpi, Castelfranco Emilia, Formigine, Sassuolo, Bologna, Casalecchio di Reno, Imola, San Lazzaro, Argelato, Calderara.

Ma anche: Castel Maggiore, Castenaso, Granarolo, Ozzano, Pianoro, Sasso Marconi, Zola Predosa, Ferrara, Cento, Ravenna, Faenza, Lugo, Forlì, Cesena, Rimini, Riccione.

Bike to work vantaggi

I vantaggi del bike to work sono tantissimi. A tal proposito, Irene Priolo, assessore regionale all’ambiente, ha voluto precisare:

“Il progetto ‘Bike to work’ apre da subito nuovi investimenti e incentivi per promuovere l’uso della bicicletta con indubbi benefici per la qualità dell’aria dei nostri centri urbani.

Una scelta che riteniamo ancora più necessaria in questa fase di emergenza per dare risposte di qualità alle necessità di spostamento delle persone garantendo allo stesso tempo la sicurezza e la salute”.

Insomma, l’Emilia Romagna si sta seriamente impegnando per far sì che questo progetto abbia successo.

Stando ad una serie di sondaggi, molte persone si dichiarano entusiaste di questa novità e si spera che possa prendere piede in tante altre regioni italiane. Questo perché con i tempi che corrono è importante promuovere le iniziative eco-friendly.

Infatti, si spera che nei prossimi anni, il progetto bike to work si estenda anche ad altri mezzi di trasporto, rispettando la tutela dell’ambiente.

Bicicletta: tutti i benefici

L’iniziativa bike to work lanciata dall’Emilia Romagna ci fa ricordare quanto sia benefico spostarsi in bici.

Oltre alla questione ambientale, bisogna mettere in conto tutti gli aspetti positivi strettamente interconnessi con la salute di ogni essere umano.

Come gran parte delle attività aerobiche, andare in bici richiede uno sforzo notevole al nostro cuore.

Di conseguenza, il nostro sistema circolatorio diventa sempre più efficiente.

Ovviamente, da ciò potete ben intuire che si riducono i rischi di infarto e di ipertensione.

Dal punto di vista della forma fisica invece, andare in bici ci consente di tonificare i muscoli (in particolar modo quelli delle gambe e dei glutei).

Praticare questa tipologia di movimento, aiuta a bruciare molte calorie e quindi di perdere peso.

Infine, secondo alcuni studi americani, la bicicletta fa bene all’umore e all’ippocampo (la zona del cervello principale responsabile della memoria). Pertanto, potrebbe riuscire a prevenire l’Alzheimer e tante altre malattie.

Insomma, andare in bici risulta essere un vero e proprio toccasana!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.