CONDIVIDI

Avete concepito e lo sapete bene.

Probabilmente vi siete catapultate nel fare il test di gravidanza casalingo che vi ha confermato di aver beccato la cicogna.

Dopo il ritardo del ciclo mestruale, molte donne decidono di fare il test di gravidanza (di quelli che si comprano in farmacia) per togliersi ogni dubbio.

Molte rimangono deluse con il test di esito negativo ma altre hanno la fortuna di vivere visivamente questa gioia.

Solitamente si consiglia di eseguire un test di gravidanza almeno 4/5 giorni dopo il ritardo del ciclo , questo perché risulta abbastanza inutile farlo prima in quanto l’ormone Beta Hcg potrebbe ancora essere poco presente.

E’ vero che ci sono test precoci ma costano tanto e , per me, non ha senso farli 🙂

Ormone Beta Hcg più basso della norma

Può capitare , infatti, che anche se i nostri cicli mestruali siano regolari, ovuliamo in ritardo, anche con 10 giorni di ritardo rispetto al “normale” ed in questo caso anche le beta risulteranno basse, perché non corrispondenti alla presunta settimana di gestazione.

Nella quinta settima di Gravidanza, per esempio, il livello di Beta dovrebbe superare 1000 ma non è detto.

Il vostro ginecologo, in caso di valore basso, vi suggerirà di ripetere l’esame del sangue ogni settimana per capire se le beta crescono in maniera graduale (meglio se raddoppiano di giorno in giorno) e per capire se l’ovulazione sia arrivata in ritardo.

Non illudetevi però soprattutto se siete certe di avere un’ ovulazione regolare;  Il livello basso di beta può anche significare una gravidanza extrauterina che solitamente è accompagnata da dolori al basso ventre. E’ un caso raro ma può succedere.

Ps: se avete ovulazione non regolare vi consiglio Essetest

Leggi anche:

PRIMA VISITA OSTETRICA DOPO IL TEST