Berlusconi con febbre e tosse, condizioni aggravate

Nelle ultime ore Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele di Milano.

Proprio qualche giorno fa era risultato positivo al Coronavirus e sembrava fosse asintomatico. Ed effettivamente non ci sarebbe da preoccuparsi. Il suo stato di salute sembrerebbe un po’ aggravato con febbre e tosse. Tuttavia, lo hanno ricoverato al San Raffaele semplicemente per degli accertamenti. Giusto per vedere al meglio l’andamento della malattia.

Attraverso un intervento telefonico, Silvio Berlusconi ha voluto tranquillizzare tutti dicendo che sta bene e che farà di tutto per prendere parte alle iniziative politiche.
Ovviamente a distanza ma comunque vorrà dare il suo contributo. Ecco alcune sue parole in merito:

 “Voglio rassicurarvi che sto abbastanza bene e continuo a lavorare e parteciperò in tutti i modi possibili alla campagna elettorale in corso. Mi è capitato anche questo ma non ho più dolori.

“Non ho mai sottovalutato il Coronavirus”

Il Presidente di Forza Italia ha tenuto a specificare che non ha mai sottovalutato l’entità del Coronavirus.
A tal proposito ha affermato: 

“Il Coronavirus è una malattia insidiosa che non ho mai sottovalutato. Sono anch’io vittima del contagio del Covid, di cui non ho mai ignorato l’importanza, né i rischi e la conseguente necessità di misure di rigorosa tutela dalla salute pubblica. Purtroppo, è una malattia insidiosa”

Queste parole di Berlusconi arrivano direttamente dalla sua casa ad Arcore. Qui è attualmente in isolamento con la sua compagna Marta Fascina.

Inoltre, ha voluto mandare un messaggio di solidarietà alle famiglie colpite: 

“Tanta vicinanza – ha detto – mi ha commosso ed è il miglior incentivo ad andare avanti avendo ben presente la sofferenza di tante famiglie vittime di questa malattia” alle quali va “la mia partecipazione e il mio affetto”.

Allo stesso tempo, egli ringrazia la vicinanza affettiva da parte degli altri politici:

“Ci tengo a ringraziare diverse persone. Il presidente Mattarella al presidente del Consiglio Conte, al ministro degli Esteri Di Maio, all’ambasciatore degli Stati Uniti, ai parlamentari di ogni schieramento politico. agli esponenti politici del centrosinistra a cominciare dal segretario Zingaretti, e ai cittadini”. 

Berlusconi, “tracce di polmonite bilaterale”

Stando agli ultimi aggiornamenti, lo stato di salute di Berlusconi sembrerebbe lievemente peggiorato.

Infatti, alcune fonti parlano di tracce di polmonite bilaterale. Molto probabilmente, si sottoporrà ad ossigenoterapia, poiché presenta “una carica virale non sottovalutabile“.

Allo stesso tempo però, i racconti delle ore precedenti ci fanno pensare che il leader di Forza Italia non stia in gravi condizioni. Tant’è che quando è arrivato all’ospedale San Raffaele di Milano, camminava senza alcun segno di fatica, seppur accompagnato dalla scorta.

Al momento non è semplice definire con esattezza il suo quadro clinico. Tant’è che in molti hanno chiesto di non divulgare notizie non veritiere ma di attenersi al minimo dichiarato. A precisare questo punto ci pensa il professore Zangrillo, il quale avrebbe detto così:

“Pur comprendendo le legittime ragioni della stampa, si invita ad avere rispetto della privacy del Presidente anche per evitare notizie avventate, imprecise e allarmistiche. Tutte le notizie relative alla salute del Presidente saranno diffuse attraverso comunicazioni ufficiali nel doveroso aggiornamento dovuto ai media dal Prof Zangrillo a partire dalle ore 16. Qualsiasi altra ricostruzione e altri dettagli letti in queste ore (che ci auguriamo non leggere più) relativo alla clinica e al decorso è da intendersi arbitrario, non confermato”.

Insomma, le parole di Zangrillo ci fanno ben intendere che si saprà di più in giornata. Pertanto, non ci resta che attendere per avere ulteriori aggiornamenti a riguardo.

Ultime news: Silvio Berlusconi è in ospedale e sta facendo una serie di accertamenti. Ha trascorso la notte al San Raffaele di Milano e viste le condizioni lievemente peggiorate, potrebbe restare lì ancora un per po’.

Berlusconi, accertata “polmonite bilaterale”

Diverse testate giornalistiche accertano la polmonite bilaterale di Berlusconi.

Ma di cosa si tratta esattamente? Come suggerisce l’espressione, è un’infezione che ha colpito entrambi i polmoni. A dare una maggiore delucidazione sulla diagnosi, ci ha pensato il direttore del Dipartimento di Medicina e dell’Unità Operativa di Pneumologia dell’ospedale San Giuseppe MultiMedica di Milano, Sergio Harari:

«La diagnosi è radiologica ma in molti casi può bastare anche solo la valutazione completa dei sintomi del paziente e la visita con l’auscultazione. Non sempre sono necessari esami del sangue e talvolta si può fare a meno anche della radiografia del torace, per esempio nel bambino e nelle donne gravide, dove, per evitare l’esposizione radiologica, l’ecografia toracica può essere di aiuto. In alcuni casi, invece, la radiografia del torace può essere negativa, rendendo necessaria una Tac»

E riguardo i sintomi della polmonite bilaterale parla di:

“Febbre, tosse, mancanza di fiato, brividi, stanchezza, malessere generale. Non sempre sono tutti presenti allo stesso tempo. Ci sono poi sintomi più rari come l’espettorato con sangue. Se è presente dolore toracico significa che il processo è arrivato a toccare la pleura” (Fonte: Corriere della Sera)

Berlusconi, la stanza in cui è ricoverato

Molte persone si sono chieste le condizioni nelle quali è ricoverato Berlusconi.

Ha ricevuto dei privilegi rispetto ad altre persone? Stando alle ultime foto che circolano sul web, sembrerebbe proprio di sì. Infatti, il leader di Forza Italia risiede in una stanza che sembra una suite.

Secondo quanto riportato nell’ultimo post del Corriere della Sera, egli avrebbe a disposizione: “Wi-Fi, stampa internazionale, rinfreschi e bibite. Parrucchiere, estetista, massaggiatori professionali sempre a disposizione”.

Ovviamente, tutto ciò ha suscitato una serie di polemiche. Molti credono che non sia giusto questo trattamento speciale nei suoi confronti. C’è chi crede che per rispetto non debbano esserci disparità. Ecco un commento del web:

Berlusconi che se lo può permettere. Ma nonostante la sua ricchezza anche lui si è preso il virus. Prima o poi se né andrà anche lui nell’aldilà, esattamente come tutti noi comuni mortali. Far girare queste foto è vergognoso, perché va contro il rispetto di chi non ha nemmeno soldi per le medicine”

Alcuni invece sostengono che non ci sia nulla di sbagliato in tutto ciò, visto che se lo può permettere. In realtà, il problema è che la cura dovrebbe essere dignitosa per tutti, a prescindere dalle proprie disponibilità economiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.