Beatrice_Lorenzin

La Ministra della Salute Beatrice Lorenzin rende nazionale la questione dell’obbligo vaccinale per chi vuole frequentare la scuola. Dopo la mossa dell’Emilia Romagna la questione potrebbe infatti allargarsi.

Lorenzin: serve una risposta alle fake news

Beatrice Lorenzin ha affermato di avere già pronto un testo di legge finalizzato ad aumentare il numero delle vaccinazioni obbligatorie e di essere in procinto di presentarlo in consiglio dei ministri.

Un freno a questa iniziativa arriva dalla titolare del dicastero dell’istruzione Valeria Fedeli, che ricorda che è prima di tutto necessario salvaguardare il diritto allo studio. Il risultato è uno sconto nel Governo che rende necessaria una mediazione. C’è anche chi parla di un fastidio del premier Paolo Gentiloni per una polemica non necessaria in questo momento.

La posizione del Miur su questa accelerazione è molto netta. Secondo le dichiarazioni ufficiali, i diritti costituzionali alla salute e all’istruzione vanno garantiti entrambi. Dal Miur arriva inoltre l’ufficializzazione in merito all’apertura di un tavolo con il ministero della sanità sul tema in questione. Le discussioni si sono aperte nel mese di febbraio.

L’obbligo vaccinale non fa discutere solo i dicasteri della salute e dell’istruzione, ma riguarda la politica in generale. Dichiarazioni sul tema sono state rilasciate anche dal dem Matteo Ricchetti, che ha affermato di non essere convitamente a favore dell’obbligo vaccinale perché sul tema c’è molta ambiguità.

Michele Ansaldi, deputato dem portavoce di Matteo Renzi, ha affermato che il governo fa bene a mandare un nuovo segnale chiaro sul tema dei vaccini. A suo avviso è bene che il decreto venga approvato il prima possibile.

Sul tema si è espresso anche l’immunologo Roberto Burioni, con un post su Facebook in cui parla di diritto allo studio e della posizione dei genitori che non vogliono vaccinare i propri figli.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.