CONDIVIDI

Tra i 3 e i 5 anni è il periodo in cui i bambini dovrebbero iniziare a lavarsi i denti. In questa fase è importante il ruolo dei genitori perché saranno loro a insegnare al piccolo come fare. Una corretta igiene orale è fondamentale per preservare lo stato di salute della bocca, prevenendo la formazione di carie, tartaro e dei microrganismi responsabili dell’alitosi.

Sono due i fattori principali che è importante rispettare durante il lavaggio dei denti: il movimento e la durata. I genitori dovranno mostrare al bambino qual è il movimento giusto per spazzolare i denti, cioè quello verticale: i denti inferiori dal basso verso l’alto, quelli superiori dall’alto verso il basso. Da evitare il movimento in senso verticale perché non elimina la placca batterica ma la sposta soltanto, favorendo così la formazione di carie e tartaro.

Orizzontale, verticale, alto, basso, per i bambini è facile confondersi. Per far sì che eseguano sempre una corretta igiene orale bisogna utilizzare un modo più semplice per farglielo capire. Il metodo più diffuso è quello di dire loro che lo spazzolino dovrà muoversi partendo dal rosso (delle gengive) al bianco (dei denti). L’associazione con i colori agevolerà la comprensione.

Quante volte al giorno? I dentisti consigliano almeno tre volte, cioè dopo i pasti principali (colazione, pranzo e cena), l’ideale sarebbe però lavarli anche dopo la merenda pomeridiana, se se ne ha la possibilità.

Un altro aspetto importante per una corretta igiene orale è il tempo: bisogna evitare la fretta, i denti devono essere spazzolati almeno per due minuti. Fondamentale anche la pulizia della lingua. Passare lo spazzolino sulla lingua può essere fastidioso ma è un gesto importante per evitare il rischio di alitosi.

Ma quali sono i cibi più pericolosi per i denti? Ecco un breve elenco:

  • frutta, succhi e polpe di frutta
  • bevande zuccherate gassate   
  • zucchero e miele
  • confetture di frutta, gelatine, miele, creme dolci (come la nutella) 
  • caramelle e dolciumi vari
  • cioccolato al latte e derivati 
  • sciroppi e farmaci pediatrici zuccherati
  • cibi confezionati (merendine e biscotti)
  • alimenti molto acidi (agrumi, mele, ananas, uva, fragole, aceto, vino, pomodori)

 

Carie-bambini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.