CONDIVIDI

Genzano. Una bambina di 22 anni è stata brutalmente picchiato da padre Federico Zeoli ed ora è in fin di vita. Il ragazzo ,24enne originario della provincia di Campobasso , si è giustificato dicendo che è stato un raptus.

Il giovane disoccupato, è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio e maltrattamenti in famiglia. È stata prontamente soccorsa e portata si Castelli ma ora la bambina è stata ricoverata in grave condizioni a Roma presso l’ospedale Bambin Gesù.

Federico Zeoli padre della bambina picchiata

È stato un raptus. Piangeva troppo forte. Non volevo” Ecco le parole del 24enne originario di Campobasso che , come accertato dalla questura, ha precedenti per lesioni e per stalking. Non avrebbe quindi sopportato più le lamentele di una bimba che non ha ancora compiuto 2 anni e l’ha massacrata: sul corpicino sono stati rilevati, graffi , lividi e morsi. Il tutto è avvenuto a Genzano a casa dell’attuale compagna.

Condizioni Bambina 22 mesi picchiata a Genzano

E’ stata soccorsa in condizioni gravi e non era cosciente. Fino a questa mattina era in uno stato di sedazione profonda, una sorta di coma farmacologico, necessario per far riassorbire l’ematoma. Secondo quanto affermato dai medici, le condizioni della bimba sarebbero in leggero miglioramento.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.