Avellino, bambini divisi a scuola tra bravi e meno bravi

Diverse polemiche vedono protagonista una scuola di Avellino che ha deciso di attuare una divisione tra bambini bravi e meno bravi.

Il motivo di tale decisione sarebbe strettamente collegato ad una misura preventiva contro gli assembramenti e i contagi da Coronavirus. Una storia che non convince e che per fortuna risulta essere ancora in fase di approvazione.

Se la proposta venisse messa in pratica, si creerebbe un vero e proprio “gap” tra bambini competenti e quelli con più difficoltà. Infatti, a tal proposito il Segretario generale della Camera del Lavoro Territoriale della Cgil di Avellino Franco Fiordellisi, si tratta di una discriminazione.

Ad essere contrari a un simile provvedimenti ci sono anche i genitori degli alunni e i vari sindacati. Ed effettivamente, è un’idea che non prevede nulla di buono.

La scuola italiana è davvero pronta?

Il caso di Avellino ci fa ben comprendere quanti disagi si stiano verificando a seguito della riapertura delle scuole. Sembrerebbe proprio che il settore istruzione stia fronteggiando una serie di difficoltà non indifferenti.

C’è chi critica aspramente il comportamento di Lucia Azzolina, come ad esempio il presidente dei senatori di Forza Italia Anna Maria Bernini. Infatti, secondo quanto riportato da adnkronos, avrebbe detto così:

”Il ministro Azzolina sta tradendo le aspettative di dodici milioni di famiglie italiane, che dal 3 marzo aspettano un protocollo di  sicurezza e regole certe per la salute dei loro figli, che ancora non arrivano. E’ evidente che responsabile di tutto questo non è solo l’Azzolina ma tutto il governo nel suo complesso, che si nasconde dietro il ministro dell’Istruzione per attenuare gli effetti della sua assoluta incapacità”.

Tra l’altro, adesso risulta ancor più complicato riuscire a prendere dei provvedimenti riguardo la scuola, per via del referendum e delle elezioni regionali. Molto probabilmente, nei prossimi giorni si riuscirà a capire qualcosa in più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.