CONDIVIDI

Perché ci attirano le persone “strane”?

Nel mondo esistono tanti tipi di persone, ma quelle che destano maggiormente la nostra curiosità sono gli eccentrici. Eccentricità che può manifestarsi sotto diverse forme: nell’abbigliamento, nello stile di vita, nelle passioni e hobby, nel look.

C’è chi li guarda storcendo il naso e gli dà del matto, e chi, al contrario ne è terribilmente attratto e affascinato. Se tale interesse viene da una persona ugualmente eccentrica, la cosa non desta nessun interrogativo, ma se, invece, ad essere colpito è un soggetto totalmente diverso, che niente ha a che vedere con l’estrosità, è lecito domandarsi quale possa essere il motivo. E spesso sono le stesse persone interessate a chiederselo!

Perché ci attirano gli eccentrici? Tale attrazione non avviene solo in amore ma anche a livello di amicizia.

Le ragioni sono situate all’interno di noi. L’attrazione verso la stranezza non è altro che la risposta a un’eccentricità che nascondiamo negli spazi più reconditi del nostro essere. Un lato stravagante che neanche sapevamo di avere o che abbiamo soffocato per paura di mostrarlo.

Finiamo quindi per essere attratti da chi ha il coraggio di presentarsi per quello che è, senza indossare una maschera che lo rende diverso, accettato e ben voluto da tutti.

In una società in cui è facile etichettare come “strano” chi decide di evadere dai canoni classici imposti dalla moda o dalla tv, non è semplice essere se stessi. Così ci ritroviamo a mettere a tacere, a soffocare quella parte di noi più particolare, un po’ fuori dagli schemi.

Ma quel lato non viene cancellato, è lì, e fa sentire la sua presenza spingendoci verso persone che consideriamo diverse, ma che, in realtà, sono molto più simili a noi di quanto pensiamo.

Le possibilità sono due? O continuare per la strada della negazione o accettare la nostra eccentricità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.