La strage di Parigi raccontate ai bambini

Come spiegare ai più piccoli i drammatici fatti di Parigi? Come capire quanto hanno recepito di questa tragedia? Qual è l’atteggiamento giusto che devono adottare i genitori?

Quando succedono vicende di questo tipo non è semplice trovare il modo migliore di rapportarsi ai bambini. Non si deve commettere l’errore di pensare che non si siano resi conto di niente. I bambini vedono e sentono tutto, anche se gli adulti non se ne accorgono. Probabilmente vi hanno sentito mentre ne parlavate, magari hanno persino visto qualche lacrima, qualche vostro gesto di stizza o si sono ritrovati davanti alla tv mentre i tg davano notizia degli attentati.

“Le immagini della televisione e le conversazioni degli adulti sui tragici fatti di Parigi possono colpire i nostri bambini e allarmarli, anche se lì per lì evitano il problema – spiega Paola Vinciguerra, psicoterapeuta esperta di gestione dello stress – . Ecco dunque che è importante aiutarli a superare un eventuale disagio adottando una strategia che li rassicuri e li faccia sentire protetti.”

La soluzione non è evitare di parlare di quanto accaduto o far finta di nulla, bensì puntare sulla rassicurazione, spiegando che i fatti di Parigi non fanno parte della normalità e che non toccano la loro quotidianità, usando un linguaggio chiaro e adatto alla loro età. I bambini non devono provare paura, devono sentirsi al sicuro. È importante difendere la loro routine e sottolineare che non cambierà nulla. Giochi, feste di compleanno, la scuola, lo sport, nel loro mondo tutto resterà al suo posto.

Il disegno, suggerisce la psicoterapeuta, rappresenta un modo efficace per capire quanto i fatti di Parigi abbiano sconvolto i bimbi: se improvvisamente appare molto nero, fuoco e persino persone a terra, significa che sono stati toccati nel profondo.

parigi bambini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.