CONDIVIDI

Le due gemelle della ginnastica sono diventate famose per aver conquistato la medaglia di bronzo al mondiale di Stoccarda.

Si sono classificate terze alle spalle dell’America e della Russia; si tratta di un vero e proprio evento.

Infatti erano quasi settant’anni che nella ginnastica artistica, l’Italia non riusciva in un’impresa simile.

Le gemelle D’Amato sono sempre insieme, condividono gioie e dolori delle competizioni sportive.

Anche sui loro canali social le troviamo spesso insieme; fin da piccole hanno avuto la passione per lo sport.

In particolare per la ginnastica artistica, che è una disciplina che richiede enormi sacrifici, ma anche grandi soddisfazioni.

Hanno condiviso sempre gli allenamenti, diretti dal tecnico della nazionale, che ha spiegato le loro differenze.

Anche se sono gemelle infatti il loro carattere è diverso, infatti Asia ad esempio è più riservata, mentre la sorella Alice è più estroversa.

Quando avevano 11 anni, per proseguire con la disciplina della ginnastica artistica si sono dovute spostare a Brescia.

Per quanto riguarda la loro avventura, inizialmente il trasferimento in un’altra città è stato un po’ difficile.

Hanno vissuto insieme e il loro legame in quel periodo si è fatto ancora più solido; durante il weekend tornavano a casa da Brescia.

I loro sforzi sembrano essere ripagati, a partire dai loro follower su Instagram, che le seguono sempre.

Infatti i loro fan hanno anche creato un profilo in comune, dove postano le foto delle due ginnaste.

Accademia di Brescia


Le loro giornate sono scandite dagli esercizi che le preparano al meglio per le competizioni in programma.

La passione per la ginnastica artistica è arrivata sette anni fa, quando hanno guardato in televisione le Olimpiadi di Londra.

Guardando le gare in tv, sono rimaste affascinate da questa disciplina e cosi hanno deciso di intraprenderla.

Sicuramente il loro rapporto è molto saldo e condividono anche degli scontri che però servono sempre per migliorare.

Asia e Alice un futuro radioso Di loro ha parlato in maniera soddisfatta il tecnico della nazionale, che le segue passo dopo passo.

Rappresentano il futuro della ginnastica artistica italiana e ha detta del loro mentore, possono ancora migliorare molto.

I mesi che verranno serviranno anche per questo; per prepararle al meglio per i prossimi impegni.

Asia si è focalizzata sulla disciplina del volteggio, in cui ha conquistato per tre volte il campionato italiano.

Rientra nella squadra italiana, portando a casa la medaglia di bronzo a Stoccarda, in occasione degli ultimi mondiali che si sono disputati quest’anno.

La sua squadra di club è il Brescia e ha iniziato la ginnastica artistica quando aveva sette anni.

A Brescia vive insieme alla sorella Alice e fanno parte della stessa squadra, all’interno della quale sono considerate le atlete più promettenti.

Tra le tappe più importanti della sua carriera troviamo l’anno 2015 quando ha gareggiato in serie C, dove ha conquistato il campionato.

In quell’occasione ha aiutato la sua squadra, che era composta dalle atlete: Clara Beccalossi, Angela Andreoli e Giorgia Villa.

A seguito della vittoria del campionato riceve una chiamata per il Trofeo città di Jesolo, dove ottiene dei buoni risultati, come punteggio.

Nello stesso anno compete nella lega d’oro, con la squadra Brixia di Brescia e si aggiudica il secondo posto.

Alice è la sua sorella gemella, che come lei è nata il 7 Febbraio del 2003; anche lei fa parte della Brixia di Brescia.

Quest’anno ha partecipato ai campionati di Stettino conquistando il terzo posto e successivamente ha partecipato ai mondiali di Stoccarda, dove ha portato a casa la medaglia di bronzo.

Anche Alice ha cominciato con la ginnastica a 7 anni, anche se la sua prima disciplina è stata la danza.

Condivide ancora oggi gli stessi orari di allenamento con la sorella, con la quale si impegna a portare avanti gli stessi programmi di allenamento.

La vittoria del campionato

Quest’anno ha ottenuto un altro buon risultato, nelle Parallele, dove è arrivata al terzo posto.

La sua bravura si era già vista negli anni passati, quando aveva esordito in serie C, insieme alla sorella e alle altre ginnaste della Brixia di Brescia, conquistando il campionato.

Anche Alice ottiene la chiamata per il Trofeo città di Jesolo, dove ottiene un buon punteggio medio.

Tre anni fa ha subito un infortunio al ginocchio che ha richiesto un periodo lungo di riposo e di recupero.

Ritorna ai campionati juniores, dove ottiene ben due medaglie d’oro, una alle parallele e una al corpo libero.

Quest’anno ha partecipato alla serie A, campionati Europei di categoria e trofeo di Jesolo; nella serie A è inserita stabilmente in prima squadra.

Durante questo periodo molto impegnativo, il ginocchio ha risposto bene, dimostrando il pieno recupero dall’infortunio che aveva subito.

Partecipa ai campionati Europei di Stettino e gareggia nella finale e nelle parallele; ottiene poi il quarto posto nella gara complessiva.

Successivamente gareggia nella finale delle parallele asimmetriche dove arriva terza; in seguito come abbiamo visto ha partecipato ai Mondiali di Stoccarda.

Ha partecipato anche ai campionati italiani dove arriva quarta, mentre nelle finali di ginnastica artistica arriva terza.

Nei mondiali di Stoccarda ha gareggiato nel volteggio e nelle parallele e il suo risultato più importante è la conquista delle Olimpiadi 2020 di Tokyo.

Il percorso delle due gemelle della ginnastica artistica fino ad ora è stato ricco di soddisfazioni.

Il loro futuro appare roseo e sono molto fiduciose per la partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo del 2020.

Infatti si stanno preparando al meglio, facendo attenzione agli infortuni, con l’obiettivo di arrivare ai Mondiali nella migliore condizione possibile.

Dopo molti ani di sacrifici, questo rappresenta la realizzazione di un sogno; il primo Mondiale che le vedrà protagoniste nel rappresentare la nazionale italiana.

Asia e Alice ai Mondiali di Tokyo 2020

Hanno sempre condiviso il loro percorso assieme, sia nei risultati positivi che nei periodi difficili.

In questo senso hanno dimostrato un ottimo spirito di squadra, anche con le altre colleghe del club di Brescia.

Una delle specialità alle quali tengono di più è sicuramente quella delle parallele, che le possono regalare delle gioie.

Infatti nell’ambito della ginnastica artistica, oltre che alle gare del corpo libero saranno impegnate nelle parallele; sicuramente si faranno valere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.