CONDIVIDI

La Camera approva i tagli dei vitalizi

È Luigi Di Maio ad annunciare l’addio alle rendite dei parlamentari. La camera ha infatti approvato i tagli dei vitalizi. 

Ovviamente gli assegni e le pensioni dei parlamentari non scompariranno del tutto, ma verranno assottigliati e ridimensionati. Questa riforma promossa dal Movimento 5 Stelle, è la prima ad essere stata sponsorizzata dalla forza di governo, e che viene messa in atto un anno dopo l’approvazione alla Camera di una legge simile, che poi però non passò al Senato. 

Il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio è il primo a gioire di questo grande obbiettivo raggiunto; e sia sui social che sul blog del movimento pubblica l’hashtag: #ByeByeVitalizi.

Cosa prevede la riforma

La riforma prevede che ci sia un ricalcolo con il sistema contributivo degli assegni attualmente versati agli ex parlamentari. Essa riguarda in particolar modo chi non è più in parlamento da tempo. Perché già con la riforma Monti del 2012 non esistono più vitalizi per chi è stato in Parlamento se non con il metodo contributivo.

Quanti parlamentari subiranno i tagli

In media si calcola che saranno all’incirca 2,600 le persone che subiranno i tagli di questa nuova riforma, ed ogni taglio corrisponderà più o meno al 20%, ma i calcoli si faranno poi caso per caso perché il vitalizio dipende da quanti anni si sono passati in Parlamento. 

Il costo annuale dei vitalizi è di 200 mila euro, e alla Camera la riforma interesserà 1338 vitalizi su 1405 erogati. Per 67 ex deputati l’assegno rimarrà immutato. 

Ci saranno poi 2 tetti minimi: uno di 980 980 euro per chi ha collezionato poche legislature, e uno di 1470 euro per i vitalizi che avrebbero un taglio di oltre il 50% con le nuove regole. 

A Montecitorio sarebbe dunque previsto un taglio di circa 40 milioni di euro. Per quanto riguarda invece vedove di ex parlamentari non dovrebbero subire nessun effetto da questa nuova riforma. 

Invece non è previsto nessun vitalizio per tutte quelle persone condannate in via definitiva. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.