Antonia Dell’Atte è un ex modella italiana, diventata famosa per essere stata la musa di Giorgio Armani

Scopriamo insieme qualcosa in più della sua vita!

Antonia Dell’Atte chi è

Antonia Dell’Atte è nata a Brindisi il 9 febbraio del 1960. Sin da giovanissima, si è lanciata nel modo della moda, soltanto che nei primi anni non riuscì a riscuotere un vero e proprio successo. Grazie ad Armani però, la sua vita è totalmente cambiata ed è diventata famosa a livello mondiale.

Così, venne ingaggiata anche per il noto programma televisivo Drive In, in cui interpretava una specie di parodia di se stessa, ossia una modella con l’accento brindisino.

Negli ultimi anni, ha collaborato per altri progetti italiani: ha partecipato come opinionista alla settima edizione dell’isola dei famosi e come giudice per Velone. La sua più recente esperienza lavorativa significativa risale al 2011, sempre nelle vesti di giudice per Italia’s Next Top Model, un programma condotto da Natasha Stefanenko e messo in onda su SkyUno. 

Antonia Dell’Atte Vita privata

Ad un certo punto della sua vita, Antonia Dell’Atte si trasferì in Spagna, per ragioni amorose. Lì infatti, si sposò con Alessandro Lecquio di Assaba y Torlonia, un conte italo-spagnolo figlio di Alessandra Torlonia di Civitella-Cesi, principessa romana.

Il matrimonio con Alessandro Lecquio sembrasse promettere bene ma non molto dopo, giunse al capolinea.

A tal proposito, la Dell’Atte ha spiegato che il motivo della loro rottura ruota intorno al fatto che l’uomo fosse violento nei suoi confronti. Per l’ex modella fu un vero e proprio trauma: voleva inizialmente fuggire da tutto questo ma non ce la faceva.

Dal matrimonio, è nato Clemente Lorenzo conte Lecquio di Assaba. Antonia ha instaurato un buon rapporto con suo figlio, trasmettendogli la passione per la moda. Infatti, anche egli, come sua madre, ha intrapreso la carriera da modello.

Antonia Dell’Atte marito violento

Le nozze di Antonia Dell’Atte con Alessandro presero una brutta piega, a causa di una relazione extraconiugale dell’uomo con Ana Obregón, nota attrice e conduttrice spagnola. Tuttavia, ciò ha portato alla rottura del matrimonio è stato anche l’atteggiamento aggressivo di Lecquio (ve ne parliamo nel prossimo paragrafo).

In un’intervista al programma televisivo “Storie italiane“, condotto da Eleonora Daniele, ha spiegato che pregava sempre che non le accadesse nulla e che non finisse tutto in tragedia. La sua storia, per fortuna è a lieto fine, in quanto ha saputo dire basta a tutto e ricominciare da sola, contando sulle sue forze.

Ecco alcune sue parole in merito:

“Ho vissuto l’inferno da sposata, il purgatorio per tutto quello che è successo in Spagna dove mi sono dovuta difendere dalle accuse, ed ora sto vivendo il paradiso. Quando ero sposata pregavo che non finisse in tragedia e sono stata ascoltata. Non puoi dare una spiegazione a queste situazioni. Mi dicevo che mai mi sarei trovata un uomo come mio padre. Farò come mia madre, che si è fatta rispettare e che, con cinque figli, ha avuto il coraggio di lasciare il marito. E così è stato”.

Famiglia Antonia Dell’Atte

Dalla precedente dichiarazione, possiamo ben intuire che Antonia Dell’Atte non sia stata soltanto vittima di violenza da parte di suo marito, poiché anche suo padre è stato così nei confronti di sua madre.

È come se avesse vissuto due volte la stessa sensazione, indirettamente e poi in prima persona: tuttavia, anche sua madre è riuscita ad interrompere una situazione così insopportabile, nonostante avesse cinque figli. A tal proposito, ha detto così:

“Una donna santa, contadina, che ha avuto il coraggio negli anni 70 di lasciare mio padre, un padre autoritario, aggressivo e debole, io l’ho poi perdonato. Era un padre violento, pregavamo a tavola affinché non succedesse nulla. Quello che lo faceva scattare era il vino, infatti io mi sono giurata di non diventare mai alcolizzata. Nel 1973 mia mamma ha deciso di lasciarlo e noi l’abbiamo applaudita. In quel periodo non esisteva il divorzio, e le famiglie proteggevano più l’uomo che la donna”.

Antonia Dell’Atte padre violento

Antonia Dell’Atte, ha trattato la questione legata all’aggressività del padre anche al programma Vieni da me, condotto da Caterina Balivo.

Lì, ha raccontato che il problema vero e proprio era l’alcol. Suo padre infatti, beveva molto vino ed è questo che lo rendeva molto violento. Ovviamente, di base non era molto stabile mentalmente. La cosa più assurda è che Antonia stessa si era imposta di trovare una persona che fosse l’opposto, per rendere onore a sua madre… ma in realtà le cose sono andate esattamente nella stessa maniera. Ecco alcune sue parole:

“Vengo da una famiglia di cinque figli, con un padre molto debole e, ahimè, aggressivo, a volte violento. Il vino lo rendeva una persona molto debole e quando si arrabbiava era una persona molto aggressiva. Mi sono sempre detta: ‘Io troverò un uomo come mio padre e farò come mia madre, che si è fatta rispettare’. Donne che hanno fatto l’Italia, contadine, che con cinque figli hanno avuto il coraggio di lasciare il marito. Negli anni in cui non c’era ancora il divorzio.

E ha concluso dicendo: “Mia madre mi ha insegnato il rispetto per sé stessi, ad amarti e ad aiutare anche gli altri, con amore: perché se tu hai amato, puoi anche separarti e denunciare delle cose per aiutare gli altri, ma sempre con amore e mai con odio”.

Modella di Giorgio Armani

Tutto sommato, nonostante il passato difficile, Antonia Dell’Atte si reputa una donna fiera del suo essere.

Ha avuto la forza di superare ogni ostacolo e può vantare di una carriera da modella che in molti invidierebbero. Come vi abbiamo già accennato in precedenza, la Dell’Atte è stata la musa di Giorgio Armani.

Lo stilista infatti, l’ha scelta per una serie di sfilate, in particolar modo quelle incentrate sul genere vestiario un po’ mascolino che si adattava abbastanza bene allo stile di Antonia. Tra l’altro, i tratti del suo viso non sono di certo passati inosservati: durante gli anni ’80, in molte si sono ispirate a lei e al suo portamento.

Oggi, Antonia Dell’Atte ha quasi 60 anni ma si può dire che l’avanzare dell’età non si noti minimamente: resta sempre una donna affascinante e in gran forma. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.