CONDIVIDI

Sere d’estate, grigliate con gli amici, bagni in piscina, sono tutte occasioni ideali per le zanzare che in un batter d’occhio partono all’attacco e rovinano le nostre serate estive. Vediamo quali i migliori antizanzare naturali.

Tenere lontane le zanzare

I migliori rimedi antizanzare naturali sono senza dubbio le piante.
Sul terrazzo e in giardino piante di citronella, lavanda, basilico, bergamotto, rosmarino, sprigionano un gradevole profumo per le persone ma molto fastidioso per le zanzare. In alternativa, creme e lozioni aromatizzati con queste piante, si possono strofinare sulla nostra pelle per renderla meno appetibile alle zanzare.
In casa, il metodo migliore per evitare di trovarsi invasi dalle zanzare, è far montare delle zanzariere ed evitare di aprirle spesso, soprattutto di sera quando fuori è buio e le zanzare sono attratte dalla luce interna. Ma si possono anche preparare degli spray per ambienti a base di oli essenziali, poco graditi alle zanzare, quali menta, eucalipto, citronella, cedro, timo e limone.

Alleviare prurito e gonfiore

Subito dopo essere stati punti, un cubetto di ghiaccio avvolto in un tovagliolo anestetizza e dona sollievo.
Una fettina di limone o il suo succo donano invece immediato sollievo al prurito. Anche il miele noto per le proprietà antibatteriche è ottimo da applicare sulle punture da zanzara.
L’ aloe con le sue proprietà lenitive, allevia il prurito e tiene lontane eventuali altre zanzare.
La cipolla è ottima per ridurre il gonfiore grazie all’ammoniaca che contiene, così come l’aglio che oltre alle proprietà antisettiche terrà lontane le zanzare. E per finire, il tea tree grazie alla maleleuca, è un valido lenitivo per combattere le piccole irritazioni della pelle, come le punture di zanzara.

Quali sono i rimedi più efficaci?

Sicuramente i rimedi naturali restano quelli adottati dalla maggior parte di persone.
È vero, non sono così “resistenti” come quelli chimici ma sono pur sempre efficaci e non dannosi. Essenze quali la citronella, il geranio, il bergamotto, la menta e la lavanda, emanano odori forti e sgradevoli per le zanzare e per questo motivo riescono a tenerle lontane. Piantarne un po’ in dei vasi sulla terrazza o in giardino, è un valido rimedio per prevenire le punture. Ma anche in caso di puntura, menta e lavanda se appoggiate sulla puntura alleviano il fastidio.

I rimedi della nonna, non si discostano tanto da quelli naturali e dalla nonna si sa, non mancano mai una bella pianta di basilico, dell’aglio, della cipolla e del limone.
Tutti odori che tengono ben lontane le zanzare dalla nostra pelle e se ci hanno già punto, il limone porta sollievo e la cipolla attenua gonfiore e prurito. Un cubetto di ghiaccio è invece utile per anestetizzare la puntura.

I rimedi chimici, hanno senza dubbio un’efficacia immediata ma bisogna utilizzarli con molta attenzione e parsimonia.
Creme, spray o altri sistemi vaporizzanti, possono essere utili nei casi in cui non si dispone di alternativa o ci si trova in zone in cui, l’effetto molte volte blando dei rimedi naturali, non è sufficiente a garantire un’adeguata prevenzione delle punture.
Per il post-puntura, in farmacia la scelta è vasta, dai gel lenitivi ai roll on a base di ammoniaca, agli unguenti al cortisone se si è allergici o se la parte interessata dalla puntura è eccessivamente gonfia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.