Anna Oxa biografia

Anna Oxa è senza ombra di dubbio una delle cantanti più rappresentative del panorama musicale italiano. Ha fatto dell’eccentricità il suo marchio di fabbrica, mostrandosi con i look più stravaganti, per poi scemare verso uno stile più sobrio e “normale” negli ultimi anni. Il brano “Un’emozione da poco” ha segnato il suo esordio come cantante.

Anna Oxa carriera

All’anagrafe Anna Hoxha, è nata a Bari nel 1961 da padre albanese e madre italiana. La musica l’accompagna fin da piccola, quando si esibisce nei pianobar della sua città. A 15 anni incide il suo primo 45 giri per una piccola etichetta barese.

Il debutto risale al 1978 con l’album “Oxanna” e il singolo “Un’emozione da poco”, brano col quale si presenta al Festival di Sanremo, guadagnandosi il secondo posto e la vittoria nella categoria “Interpreti”. Stupisce con un look punk e fortemente androgino, a cui seguiranno tanti altri look stravaganti.

In questo periodo collabora con Rino Gaetano e Lucio Dalla, prima di incidere il secondo disco, “Anna Oxa”, pubblicato nel 1979. Molto apprezzato il 45 giri “Il pagliaccio azzurro / La sonnambula”, in cui spicca il rifacimento italiano di “Because the night” di Patti Smith. L’album è stato promosso con la partecipazione della Oxa al film musicale “Maschio, femmina, fiore, frutto”, diretto da Ruggero Miti, in cui si esibisce in tutti i pezzi del disco.

Nel 1982 torna a Sanremo con il pezzo “Io no”, stupendo nuovamente con il suo look: capelli biondi e stile sexy. L’anno seguente esce l’album “Per sognare, per cantare, per ballare”. Nel 1984 è di nuovo sul palco dell’Ariston con il brano “Non scendo”, contenuto nell’album “La mia corsa”. Segue un’interessante collaborazione con Roberto Vecchioni, da cui nasce, tra l’altro, “Parlami”.

Partecipa a Sanremo anche nel 1985 e nel 1986, quando propone “E’ tutto un attimo”, che diventerà uno dei suoi successi più grandi. Torna all’Ariston nel 1988 con “Quando nasce un amore”, tratto dall’album “Pensami per te”, poi nel 1989 in coppia con Fausto Leali, con “Ti lascerò”, brano che li conduce alla vittoria. Insieme rappresentano l’Italia alll’Eurovision Song Contest sulle note di “Avrei voluto”.

Nel frattempo si cimenta anche nei panni di conduttrice nel programma “Fantastico”.

Seguono altre sette partecipazioni sanremesi: 1990, 1997, 1999, 2001, 2003, 2006, 2011. Nel 1999 vince con il brano “Senza pietà”. Nel 1994 presenta il Festival al fianco di Pippo Baudo e Cannelle.

Altri album: “Tutti i brividi del mondo” (1989); “Di questa vita” (1992); “Do di petto (1993 -remake); “Anna non si lascia” (1996); “Senza pietà” (1999); “L’eterno movimento” (2001); “Ho un sogno” (2003); “Proxima” (2010); “Proxima Special Edition” (2011).

Nel 2013 è tra i concorrenti di “Ballando con le stelle”, programma condotto da Milly Carlucci.

Anna Oxa vita privata

Nel periodo in cui ha tenuto alcuni concerti con i New Trolls inizia una relazione con il loro batterista Gianni Belleno. Nel 1999 si sposa con Behgjet Pacolli, dal quale divorzia nel 2001. È mamma di Francesca e Quazim.

anna oxa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.