CONDIVIDI

Animalisti contro la Mulino Bianco

Tutti conosciamo Rosita, la gallina protagonista delle pubblicità della Mulino Bianco con Antonio Banderas, ma non saranno in molti ad essersi accorti che non si tratta di un animale vero, bensì di un pupazzo meccanico, un “animatronic”, come quelli che spesso vengono utilizzati nei film o nei parchi di divertimento.

Tra coloro che hanno pensato si trattasse di una gallina vera ci sono anche gli animalisti, i quali si sono resi protagonisti di una polemica che, alla luce della rivelazione, suona piuttosto ridicola.

“La gallina appare innaturale nei movimenti – si leggeva nella segnalazione pubblicata nel blog di Aidaa (Associazione italiana difesa animali e ambiente) e poi rimossa – potrebbe essere per le condizioni di forte stress dovuto alla legatura delle gambe”, oppure per la somministrazione di “sostanze dopanti o tranquillanti.”

Dopo un articolo della Stampa in cui si spiegava a chiare lettere che Rosita è solamente un robottino e che quindi non può essere stata sottoposta ad alcun maltrattamento, la denuncia è magicamente scomparsa dal blog.

In realtà, l’Aidaa non è nuova a questo genere di proteste. Tra le altre, aveva invitato i telespettatori a non guardare il cartone Peppa Pig “Le immagini dei maialini felici distolgono l’attenzione dalle condizioni degli animali che vivono in allevamenti intensivi, uccisi in maniera brutale”, la spiegazione di Lorenzo Croce, presidente dell’associazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.